“Visita ad limina”: i vescovi dal Papa per fare il punto sul cammino ecclesiale

Pubblicato:
Aggiornato:

Il momento di ascolto e di confronto con il Papa, da ogni parte del mondo cattolico, si chiama “visita Ad Limina Apostolorum” e questa settimana, da domenica 21 ad oggi sabato 27 gennaio, coinvolge i vescovi della Regione Ecclesiastica Piemonte, di cui è presidente il vescovo di Aosta Franco Lovignana.

“Penso che sia un momento che dobbiamo e vogliamo condividere. - spiega monsignor Franco Lovignana - La visita Ad Limina è la visita che i vescovi sono tenuti a compiere ogni 5 anni - questa volta in realtà sono passati 10 anni - alle tombe degli apostoli e al successore di Pietro, per dire la comunione che ci unisce come chiesa locale a tutte le altre chiese”.

L'espressione “limina apostolorum” indica le tombe degli apostoli Pietro e Paolo e quindi le “visite ad limina” erano tutti quei pellegrinaggi compiuti dai fedeli che le avevano. La dicitura è poi stata allargata, ad indicare la visita che tutti i vescovi dovevano fare a Roma, secondo quanto stabilito nel Concilio di Roma, nel 745.

I vescovi del Piemonte e Valle d’Aosta hanno celebrato - lunedì scorso, 22 gennaio - la Messa nella Basilica di San Lorenzo Fuori le Mura, dando così inizio alla “Visita ad Limina”, poi hanno incontrato il cardinale prefetto Michael Czerny e i suoi collaboratori al dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale.

Martedì 23 si sono raccolti in preghiera davanti alla Cattedra nella Basilica di San Giovanni in Laterano, prima di incontrare monsignor Rino Fisichella, pro-prefetto del dicastero per l’evangelizzazione. Il giorno successivo, invece, la funzione è stata celebrata nella Basilica di Santa Maria Maggiore.

Il momento culminante della settimana è stata l’udienza con il Santo Padre, giovedì 25 nella Sala del Concistoro del Palazzo Apostolico, “proprio il giorno della festa della Conversione di San Paolo. - commenta monsignor Franco Lovignana - In questo incontro con il Papa mi è sembrato importante portare virtualmente tutti, perché la diocesi non è un entità astratta. E’ anche un entità amministrativa ma è una comunità di persone”.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Marzo 2024
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031