Dal giornale

Villefranche piange “Dolfen” Bich

Villefranche piange “Dolfen” Bich
Dal giornale 13 Marzo 2021 ore 05:05

La comunità di Quart e in particolare i residenti di Villefranche piangono la scomparsa di Delfino Pietro Bich, per tutti “Dolfen”, 91 anni, deceduto nella serata di venerdì scorso, 5 marzo, all'Ospedale Beauregard di Aosta a seguito dell'aggravarsi delle sue condizioni di salute.

Dolfen era una persona semplice ma con un cuore grande, sempre disponibile verso il prossimo per qualsiasi lavoro: per i fieni, per il trasporto del letame, per lo sgombero della neve e per tanti altri piccoli interventi di manutenzione che, nonostante l'età avanzata, non ha mai smesso di fare con serietà ed impegno.

E’ stato l'anima storica e il regista del carnevale di Quart, sempre in prima fila per la sua organizzazione. «Quest'anno il Carnevale non c'è stato, - dice Anna Bieller del Comitato del Carnevale di Villefranche - però “Dolfen” ha trovato il modo di riunirci tutti ugualmente per salutarlo, e lo ha fatto con discrezione, in silenzio senza disturbare, proprio nel tuo stile. Noi del Comitato del Carnevale di Villefranche gli siamo molto riconoscenti e lo ringraziamo perché è sempre stato il traino per tutti noi, ci ha spronato di edizione in edizione e ci ha trasmesso il significato della parola “Tradizione”. Il prossimo anno, se la pandemia ce lo permetterà, sarà la centesima edizione del nostro Carnevale e sarà dedicata lui anche perché sarà come sempre con noi».

«“Dolfen” è stato uno dei fondatori del comitato - ricorda ancora Anna Bieller - e ci spronava a non mollare mai. Ce lo ricordiamo mentre organizzava il carro dei bambini o alla preparazione dei 600 litri di minestrone che venivano distribuito alla popolazione».

Delfino Bich aveva anche la passione per lo tsan e dopo essere stato giocatore di buon livello aveva assunto negli anni il ruolo di “countchau”, capace di tenere con serietà e precisione certosina i conti delle partite, dai metri alle buone. Era stato poi un “anticipatore tecnologico” tanto da avere ideato e messo a punto la prima bicicletta elettrica alimentata da una dinamo, confermandosi in questo senso un vero e proprio pioniere. Più in generale aveva un’innata capacità nei lavori manuali ed erano tanti gli amici che si rivolgevano a lui per ogni tipo di manutenzione.

I funerali di Delfino Pietro Bich si sono tenuti lunedì scorso, 8 marzo, nella chiesa parrocchiale del Villair di Quart.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Giugno 2022
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930