Venerdì 24 maggio il documentario "Montagne di Plastica" a Verrès

Pubblicato:
Aggiornato:

La Sezione CAI di Verrès organizza per venerdì prossimo, 24 maggio, la proiezione del documentario «Montagne di Plastica». Il filmato segue il primo studio mondiale sulla contaminazione da plastica dei ghiacciai. Appuntamento al Salone Bonomi di Verrès alle 21.

«Montagne di Plastica» è un documentario che segue il primo studio mondiale sulla contaminazione da plastica dei ghiacciai. Racconta l’iter di lavoro del team di ricerca dell’Università degli Studi di Milano: fatto di notti all’addiaccio, investigazioni sul campo ed analisi in laboratorio. Partendo dalle evidenze scientifiche verrà indagata l’intricata connessione tra i nostri comportamenti e questi ecosistemi che abbiamo sempre considerato oasi incontaminate.

Due ricercatori milanesi stanno cercando di capire come milioni di microparticelle siano arrivate fin sulle nevi dell'Ortles, nel Parco dello Stelvio. Manuel Camia, giovane regista ed ex studente della Civica Luchino Visconti (corso di Produzione serale), ha seguito il loro studio, il primo al mondo sulle contaminazioni da plastica del ghiaccio documentando, attraverso il linguaggio del Cinema, come il problema ambientale evada non solo i confini geografici, ma anche quelli temporali coinvolgendo le generazioni future negli errori di chi le ha precedute.

Manuel Camia ha realizzato il film in collaborazione con Chora, associazione culturale che vuole valorizzare, attraverso la creatività, la cultura e il rispetto ambientale, dice di puntare a restituire alla divulgazione ambientale autenticità, rigore, onestà.

«Ho voluto usare il linguaggio del cinema - dichiara - per documentare con rigore le indagini scientifiche di due ricercatori – Marco Parolini e Roberto Ambrosini, del Dipartimento di Scienze e Politiche Ambientali dell’Università degli Studi di Milano – in questo immenso e magnifico laboratorio a cielo aperto che è la montagna, che raccoglie e congela i segni dell’attività dell’uomo trattenendone nel tempo le tracce: la montagna si presta molto bene a provare che i problemi ecologici non travalicano solo i confini geografici, come dimostrano ormai gli incredibili viaggi della plastica lungo tutto il nostro pianeta, ma anche quelli temporali, intrappolando le generazioni di domani negli errori di chi le ha precedute».

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031