Dal giornale

Una stazione di ricarica ultra rapida per autovetture elettriche sarà realizzata nei pressi del casello autostradale di Quincinetto

Dal giornale 30 Aprile 2022 ore 02:14

Un progetto per la realizzazione di una stazione di ricarica ad alta potenza e quindi ultra rapida - previsti meno di 25 minuti d’impiego - per veicoli elettrici in largo Europa, il parcheggio in prossimità del casello autostradale della Torino-Aosta, impegnerà il Comune di Quincinetto, dopo la recente la recente inaugurazione della colonnina per veicoli elettrici installata in via XV Aprile, nell’area di parcheggio accanto al complesso polifunzionale.

L'iniziativa si inserisce nel solco della tutela della qualità dell’aria, sulla base delle importanti implicazioni inerenti la salute dei cittadini e l’ambiente, e non comporterà oneri economici per il Comune, che si limiterà a mettere a disposizione a titolo gratuito l'area necessaria per la realizzazione, la gestione e la manutenzione della stazione, per la durata della convenzione (15 anni), garantendone l'accessibilità 24 ore su 24. La localizzazione dell’infrastruttura di ricarica, composta da 2 colonnine, è stata individuata con l’Amministrazione comunale, che ha valutato la strategia di porla vicino al casello autostradale, dove si concentra un elevato traffico di veicoli. Sarà quindi agevole, per chi è in viaggio, uscire dall'autostrada per ricaricare il proprio veicolo in tempi rapidi e, nel frattempo, concedersi magari una pausa per fare acquisti in paese.

«Il protocollo d’intesa - dichiarano il sindaco di Quincinetto Angelo Canale Clapetto e l’assessore comunale Fausto Fosson - è stato siglato nei giorni scorsi con Ewiva Srl, una joint venture tra Enel X, la business line del Gruppo Enel dedicata alle soluzioni energetiche avanzate, e Volkswagen Group, che coordina il progetto Central European Ultra Charging». Quest’ultima è un’iniziativa promossa e cofinanziata dalla Commissione Europea, che prevede l’installazione di stazioni di ricarica per vetture elettriche ultraveloce, di potenza variabile tra 150kW e 350kW, in Italia, Austria, Bulgaria, Repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria. «Ora la società provvederà ad avviare la procedura per la richiesta della concessione edilizia e la presentazione del piano esecutivo» concludono Angelo Canale Clapetto e Fausto Fosson.

In edicola
Prima pagina
Archivio notizie
Maggio: 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
Abbonamento Digitale La Valléè