Una nuova vita per lo storico Victory Michele Massimilla lascia il timone

Una nuova vita per lo storico Victory Michele Massimilla lascia il timone
Pubblicato:
Aggiornato:

Passaggio di testimone al Ristorante Pizzeria Victory di via De Tillier, nel centro storico di Aosta. Martedì prossimo, 30 aprile, infatti, Michele Massimilla dopo 18 anni lascerà la gestione dell'attività alla figlia Emanuela. Un cambio in famiglia per continuare nel solco tracciato negli anni dal papà Michele, nel settore dei locali pubblici fin dal 1976 quando rilevò la pizzeria Postiglione di corso Battaglione Aosta. Tappa successiva fu il ristorante Gourmet di via Festaz per approdare poi al Buongustaio di via Trottechien e infine, nel 2006, nello storico Victory Pub, un locale aperto pochi anni prima e diventato in breve tempo punto di ritrovo per la gioventù - e non solo - di Aosta. «Lascio per motivi di salute ed anche per stanchezza. - dice Michele Massimilla - Voglio una vita più tranquilla e senza l'assillo degli orari e del ritmo che impone un locale come questo. Ho lavorato 56 anni e tutto sommato penso che possano bastare». Anni a contatto con il pubblico attraversando gusti e mode ma il Victory è sempre stato un punto di riferimento grazie alla sua cucina e alle saporite pizze ma in buona parte anche all'originalità del suo arredamento dove tutto ricorda con maniacale precisione l'interno del vecchio galeone Victory, il vascello da guerra della Royal Navy del 1700 comandato da Horatio Nelson e passato alla storia per il successo della battaglia di Trafalgar. E in questo ambiente di legni, ottone e grosse vetrate, generazioni di giovani hanno trascorso ore in perfetta armonia, oltre a «Turisti italiani, svizzeri e francesi, - afferma Michele Massimilla - tutti diventati clienti affezionati, dato che durante le loro vacanze in Valle d’Aosta il Victory era una tappa d'obbligo. Oltre a questi però ho avuto un’ottima risposta anche dai valdostani grazie ad un menu vario e soprattutto per la pizzeria». Lasciare però, non è mai facile perché, ammette Michele Massimilla, «Qui c’è il mio cuore anche se so che l'attività resterà in famiglia e quindi penso che almeno i primi tempi non sarà difficile non vedermi ancora qui tra i tavoli». La figlia Emanuela - che subentrerà con il compagno Davide Da Canal, già titolare del bar Gekoo di piazza Chanoux -, sorride ma la voglia e la determinazione di portare avanti l'attività del padre è tanta. «Fin da piccola ho respirato l’aria del ristorante quindi ho vissuto in simbiosi con papà, - racconta Emanuela Massimilla - pertanto sono pronta e molto motivata. Però per me, che sono impiegata alla Chambre, è una nuova vita, un cambiamento totale». Ci saranno delle novità? «Conserveremo l’originalità, creando un maggiore connubio tra cocktail bar, ristorazione tipica del territorio e quella internazionale mantenendo ovviamente la pizza. Ci saranno eventi, serate a tema e disponibilità per feste di compleanno, addio al celibato ed altre ricorrenze e certamente serate con musica». Questo ed altro dunque è il nuovo corso del Victory, che resterà chiuso da martedì 30 aprile fino sabato 6 luglio, giorno della grande serata inaugurale, quando a vele spiegate il vecchio vascello riprenderà di nuovo la sua corsa.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031