«Una Boccata d’Arte», il progetto arriva a Verrès

Pubblicato:
Aggiornato:

Torna da sabato 22 giugno a domenica 29 settembre «Una Boccata d’Arte», il progetto diffuso d’arte contemporanea promosso da Fondazione Elpis. 20 borghi e paesi di tutta Italia, 1 per ogni regione, ospitano 20 interventi realizzati da 20 artiste e artisti italiani e internazionali a seguito di un periodo di residenza a contatto con il territorio e le comunità locali.

Quest’anno «Una Boccata d’Arte» giunge alla sua quinta edizione, con 100 progetti realizzati dal 2020. Per l’occasione sono stati invitati solo artisti under 35 che, per la diversità della loro pratica e della loro ricerca, offrono un ampio sguardo sul panorama contemporaneo.

Le inaugurazioni si terranno sabato 22 e domenica 23 giugno in tutta Italia.

In particolare Verrès ospita l’intervento Aosta Valley Wooden Collars From Lithuania realizzato dall’artista Augustas Serapinas (Vilnius, Lituania, 1990), coordinato da Matthew Noble.

Il progetto di Augustas Serapinas si focalizza su alcuni elementi tipici che accomunano le tradizioni della Valle d’Aosta e della Lituania, paese d’origine dell’artista. Da un lato, la pratica d’intaglio del legno che nasce come lavorazione istintiva di pura necessità espressiva e che celebra il materiale come l’anima distintiva di appartenenza territoriale. Dall’altro, l’architettura vernacolare lituana e la sua capacità modulare, aspetti che hanno sempre influenzato la ricerca dell’artista.

Spiega Augustas Serapinas: «L’architettura vernacolare lituana mi interessa da tempo. Pensando alla casa lituana come elemento mobile, vedo il potenziale del dialogo materiale che viaggia attraverso culture ed eredità diverse, dalla Lituania all’Italia. Da un tronco a un oggetto. Da un pezzo di muro al manico del collare in legno».

«L’avvio della quinta edizione di “Una Boccata d’Arte” segna un bellissimo traguardo, 100 interventi realizzati in 100 borghi da altrettanti artiste e artisti internazionali a partire dal 2020, anno in cui il progetto è nato con l'idea di sostenere i giovani artisti, in linea con la nostra missione» dichiara Marina Nissim, presidente di Fondazione Elpis. «Per l’anniversario speciale dei cinque anni abbiamo scelto di coinvolgere solo artisti under 35, che stanno dimostrando grande entusiasmo e partecipazione, sia nella realizzazione degli interventi, sia nella relazione con il territorio e con le comunità locali. È sorprendente la grande rete di relazioni umane e professionali che nel tempo si è venuta a creare attorno a Una Boccata d’Arte, grazie al prezioso contributo di artisti, curatori, sindaci, amministrazioni locali e cittadini. Le tante opere che sono state accolte in modo permanente dai borghi sono il frutto di questa riuscita sinergia. Anche quest’anno Una Boccata d’Arte lascerà il segno con la sua capacità di coinvolgere abitanti e pubblico e creare connessioni intorno ai 20 progetti».

Attraverso 20 interventi «site specific» che includono mostre diffuse, installazioni, performance, laboratori e libri d’artista, «Una Boccata d’Arte» attiva per tutta l’estate uno speciale itinerario culturale che si snoda lungo la penisola: un invito al viaggio e alla scoperta di luoghi inaspettati, lontani dai circuiti tradizionali dell’arte contemporanea.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031