Dal giornale

Trenitalia: «Il resto poteva essere ritirato in un’altra macchina alla stazione di Aosta»

Dal giornale 23 Gennaio 2021 ore 12:12

Gentile Direttore,

rispondiamo alla lettera pubblicata sul vostro settimanale e, dispiaciuti per l’inconveniente accaduto alla stazione di Aosta, forniamo alcuni chiarimenti per inquadrare meglio i fatti.

Le emettitrici self service sono controllate sia dal personale sul posto che da remoto. Sabato, ad una delle 4 macchine presenti alla stazione di Aosta si è bloccato il distributore delle monete non per carenza di monete al proprio interno ma, molto probabilmente, a causa dell’inserimento di una moneta non coerente. La macchina ha quindi erogato al cliente 15 euro di resto in banconote (e rilasciato uno scontrino con scritto di incassare il credito di 4,70 euro presso un’altra emettitrice, ad Aosta ce sono 4).

L’operatore della biglietteria ha riferito al cliente la possibilità di utilizzare una delle altre 3 self service per ottenere il resto, come scritto anche sulla stessa ricevuta. Dalle verifiche fatte non risulta che, quella mattina, l’operazione sia stata portata a termine nelle macchine che, anche da controlli specifici effettuati, risultavano essere tutte e 3 funzionanti.

Ufficio Stampa Piemonte

e Valle d’Aosta Trenitalia

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Novembre 2022
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930