Tavagnasco: chiesa gremita per l’organo restaurato

Tavagnasco: chiesa gremita per l’organo restaurato
Pubblicato:
Aggiornato:

Un vero e proprio bagno di folla nella chiesa parrocchiale di Santa Margherita a Tavagnasco ha caratterizzato venerdì 12 aprile scorso il concerto inaugurale post restauro dell’organo Serassi risalente al 1787 e conservatosi nel tempo pressoché intatto, senza modifiche strutturali dovute a pesanti interventi di recupero nel passato, oggi riportato a nuova vita dopo i lavori di manutenzione. «Ben quattrocento presenze, - rende noto l’assessore Moreno Nicoletta - cui devono aggiungersi un altro centinaio tra coristi e musicisti orchestrali». L’evento - promosso dall’Associazione Organistica del Canavese, in collaborazione con la parrocchia, il Comune, le associazioni del paese, la Diocesi di Ivrea, l’associazione Serassi e l’Istituto per i Beni Musicali nel Piemonte - è stato archiviato come una serata indimenticabile per Tavagnasco. «Ha colpito molti il fatto che il suono dell’organo, che nell’idea comune si rapportava a qualcosa di “vecchio”, si sia invece rivelato molto particolare e moderno» prosegue Moreno Nicoletta. Nel programma, dopo la benedizione dell’organo, l’esecuzione di opere di Pachelbel (Toccata in Do Maggiore), Vivaldi (Gloria in Re Maggiore), Daquin (Rondeau Le Coucou), Morandi (Sonata in Re Maggiore) e Moroni (Sinfonia in Re dedicata ai fratelli Serassi). Si sono esibiti all’organo Silvio Rossini, la soprano Lorenza Pontillo, la mezzo soprano Sabrina Pecchenino, il coro “Città di Rivarolo” e l’orchestra Felice de Giardini” sotto la direzione del maestro Maria Grazia laino. Il restauro conservativo dell’organo a doppia tastiera è stato seguito dall’associazione Antichi Organi del Canavese, per un costo di circa 70mila euro.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031