Dal giornale

Sviluppo turistico nelle aree rurali, contributi per 1 milione 925mila euro Numerose nuove case vacanza, un’area lupo al Parc Animalier di Introd

Sviluppo turistico nelle aree rurali, contributi per 1 milione 925mila euro Numerose nuove case vacanza, un’area lupo al Parc Animalier di Introd
Dal giornale 02 Gennaio 2021 ore 21:33

Contribuire alla creazione o al miglioramento di attività legate allo sviluppo turistico o socio economico delle aree rurali del nostro territorio: era questo l’obiettivo dell’iniziativa «Fai GALoppare la tua impresa! - Investimenti per la creazione e lo sviluppo di attività non agricole». Il bando del GAL Valle d’Aosta, rivolto ai privati (microimprese o persone fisiche), e la cui graduatoria è stata approvata nei giorni scorsi, ha visto la presentazione di 44 progetti.

Sono 21 gli interventi che verranno finanziati per un importo totale dei lavori di 3 milioni 850mila euro e un contributo del 50 per cento a fondo perduto pari a 1 milione 925mila euro, soldi provenienti dal Programma di Sviluppo Rurale 2014- 2020. La maggior parte dei progetti finanziati riguarda l’ambito della micro-ricettività, in particolare la creazione o il rinnovamento di affittacamere e case vacanze e la realizzazione di nuovi servizi offerti alla clientela come centri benessere e spa, officine e punti di ricarica per le e-bike, e anche orti, zone relax e aree verdi. Per quanto concerne la realizzazione di iniziative ricreative legate al territorio, il Parc Animalier d’Introd amplierà la sua offerta creando un’area del parco dedicata al lupo. Mentre nell’ambito delle attività di produzione e o vendita di prodotti, sarà realizzato un micro birrificio nel comune di Issime. Più della metà dei progetti finanziati riguarda nuove attività imprenditoriali che verranno avviate da giovani di età compresa tra i 18 e i 40 anni. I beneficiari dei contributi avranno ora tempo per dare avvio ai lavori, che dovranno essere conclusi in 18 mesi.

«Gli interventi per i quali è stato richiesto il finanziamento - commenta il presidente del GAL, Alessandro Giovenzi - dimostrano la volontà del settore privato ma anche dei giovani di investire nel settore turistico e di mettersi in gioco, nonostante il periodo drammatico nel quale stiamo vivendo. Queste risorse rappresentano un’opportunità di rinnovo dell’offerta turistica nelle aree rurali, di diversificazione delle attività, ma anche un segno di come la montagna abbia voglia di ripartire e di rilanciarsi nel nuovo futuro dopo la pandemia. A conclusione di questa programmazione per la quale non posso che fare un bilancio più che positivo, vista l’ampia partecipazione e le risorse importanti che saranno spese sul nostro territorio, l’auspicio è che si possa contare sull’erogazione di nuovi fondi dall’Europa, così da poter proseguire l’importante attività avviata in questi anni e continuare a dare risposte concrete al territorio, in considerazione delle sue potenzialità ed esigenze».

I progettiAd Ambra Tomasoni andranno 55.710 euro per la realizzazione di una Cav (Casa appartamenti vacanze) a Valsavarenche, costituita da 2 appartamenti e dove sarà previsto anche il servizio di noleggio di biciclette a pedalata assistita.

Alla società Esprit Carrel sono destinati 100mila euro: il progetto prevede la ristrutturazione e riqualificazione di un antico rudere a Valtournenche per adibirlo a Cav, costituita da 2 appartamenti. I clienti potranno richiedere, come servizio aggiuntivo, personale dedicato 24 ore su 24 ed usufruire così di un trattamento altamente personalizzato.

Un contributo di 100mila euro alla società Meete: il progetto prevede la conversione di un edificio storico risalente alla fine dell’Ottocento-inizio Novecento in un affittacamere, a Saint-Rhémy-en-Bosses: la struttura sarà composta da 3 camere e da 1 monolocale.

A Mattia Alliod contributo di 100mila euro per la ristrutturazione di un’antica casa walser risalente al 1849, a Gressoney-Saint-Jean, per adibirla a Cav costituita da 3 appartamenti. Quale servizio accessorio, sarà messo a disposizione degli ospiti un orto con coltivati ortaggi, erbe officinali e piante aromatiche che gli ospiti potranno raccogliere e cucinare all’interno del loro appartamento.

A Anais Domaine 100mila euro per la realizzazione di un affittacamere a Saint-Nicolas. La struttura sarà composta da 4 camere e da 1 monolocale. Quale servizio aggiuntivo, sarà possibile noleggiare biciclette. Inoltre la struttura sarà dotata di un locale per il ricovero delle bici con piccola officina e punto lavaggio.

Un contributo di 91.395 euro a Nathalie Cabraz per la ristrutturazione con ampliamento di un fabbricato antecedente al 1900 a Saint- Rhémy-en-Bosses per realizzare 2 appartamenti per le vacanze.

Ad Alain Lanier andranno 77.665 euro per il recupero di un edificio in stato di rudere a Rhêmes-Notre-Dame, per la creazione di un affitacamere composto da 6 camere.

Ad Alberto Consol un contributo di 100mila euro per la sistemazione di una parte di fabbricati a Issime per la realizzazione di un micro birrificio artigianale, con annessa vendita diretta della birra prodotta e possibilità di degustazioni. A tal fine sarà realizzato il laboratorio di produzione e verranno allestiti gli spazi per l’accoglienza.

Ammonta a 64.921 euro il contributo per Claudio Lucianaz per la rirstrutturazione di un edificio a Rhêmes- Notre-Dame per la realizzazione di 2 appartamenti per vacanze con una capacità ricettiva complessiva di 6 posti letto.

Ad Anna Maria Ortu sono destinati 100mila euro per il recupero di un rudere risalente al 1600 a Rhêmes- Saint-Georges per realizzare un servizio complementare di accoglienza e ristorazione per gli ospiti dell’affittacamere “Rue Saint-Bernard” adiacente al rudere.

Il progetto di Aldo Enria prevede la realizzazione di un affittacamere a Gaby, composto da 1 camera da letto e 1 appartamento. Il contributo previsto è di 74.866 euro e la struttura sarà specializzata nell’accoglienza di famiglie con animali domestici. Saranno previsti diversi servizi a supporto degli ospiti e dei propri animali.

Paolo Louvin riceverà 60.539 euro per la realizzazione - a Rhêmes-Saint- Georges - di 2 appartamenti con una capacità ricettiva di 8 posti letto. La struttura si completa con un’area esterna dotata di forno privato, pergolato per grigliate e un’area relax.

A Valentina Girod è destinata una sovvenzione di 100mila euro per la ristrutturazione di un edificio a Lillianes per la realizzazione di 2 appartamenti per vacanze con una capacità ricettiva complessiva di 11 posti letto.

Un contributo di 100mila euro anche per l’ampliamento del Parc Animalier d’Introd, con la realizzazione di un’area di 5.500 metri quadrati costituta tra l’altro da un recinto per il ricovero di una coppia di lupi.

La realizzazione di un nuovo servizio di ristorazione, bar trattoria a Hône è il progetto per il quale Florianne Arcuri riceverà 100mila euro: il progetto contempla un intervento di risanamento conservativo con cambio di destinazione d’uso da fabbricato rurale a bar ristorante.

Contributo di 100mila euro per Andrea Ghirardo: fondi destinati al recupero di un fabbricato che sarà adibito ad affittacamere a Donnas. E’ prevista la realizzazione di 5 camere e di un monolocale con 12 posti letto complessivi.

Il progetto di Sara Perrin prevede il restauro e il risanamento conservativo di un fabbricato rurale a Valtournenche per realizzare 3 appartamenti per vacanze con una capacità ricettiva complessiva di 7 posti letto. Tra i servizi aggiuntivi a disposizione degli ospiti vi sarà un orto dove poter raccogliere ortaggi, legumi, erbe officinali e altre piante coltivate. Verrà offerto anche l’uso di una sauna collocata nel giardino esterno. Il contributo è di 100mila euro.

Stessa cifra per Lorenzo Gal, per la trasformazione di un immobile, a La Thuile, in un affittacamere composto da 5 camere e un monolocale. Quale servizio aggiuntivo sarà allestito uno spazio come spogliatoio e deposito sci con scalda scarponi in inverno, mentre in estate avrà funzione di deposito bici con micro officina per piccole riparazioni.

Alla società Gorzà di Davide Perrin per il recupero di un antico rascard nella conca di Chantorné a Torgnon per trasformarlo in un affittacamere (4 camere con una capacità di 8 posti letto) sono destinati 100mila euro.

Contributo di 100mila euro pure per Samuel Zoppo, per la trasformazione dell’attività di bed&breakfast esistente in un affittacamere, nel villaggio di Plan de Brun a Perloz. E’ prevista la realizzazoine di 5 camere con 10 posti letto complessivi.

Infine 100mila euro ad Ennio Barocco per la realizzazione - a Quart - di 4 appartamenti vacanze con una capacità di 12 posti letto. All’esterno sarà realizzato un giardino botanico di 1.000 metri quadrati, aperto anche al pubbico e visitabile tutto l’anno, con diversi ambienti caratteristici, di determinate specie di flora e con un’area frutticola ed orticola su terrazzamenti divisi per fasce altimetriche.

Sviluppo delle filiere corte

Si concluderà invece nel prossimo mese l’attività di valutazione delle domande presentate in risposta al bando «Attività promozionali a raggio locale connesse allo sviluppo delle filiere corte e dei mercati locali» l’ultimo della programmazione 2014-2020, che prevede una possibilità di finanziamento a fondo perduto pari al 70 per cento, per un importo massimo di 85.715 euro.

In edicola
Prima pagina
Archivio notizie
Maggio: 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
Abbonamento Digitale La Valléè