Dal giornale

Svelati i vincitori del concorso di composizione corale Les chanteurs de la Tour organizzato dall’ADB di Gignod

Svelati i vincitori del concorso di composizione corale Les chanteurs de la Tour organizzato dall’ADB di Gignod
Dal giornale 09 Gennaio 2021 ore 03:03

Nei giorni scorsi si è svolta, in modalità on-line, la premiazione della prima edizione del concorso nazionale di composizione corale Les chanteurs de la Tour organizzato dall’Associazione ADB di Gignod in collaborazione con il progetto nazionale Voci d'Italia e Arcova.

I brani iscritti sono stati 110 provenienti da tutta Italia, 54 nella categoria dedicata ai cori di bambini, su testi di Gianni Rodari, e 56 nella in quella Stile libero per i cori misti.

La giuria - composta da Efisio Blanc, Lorenzo Donati, Nicola Forlin, Luigina Stevenin e Tullio Visioli - ha giudicato e votato le composizioni, ricevute in modo anonimo. «I giurati hanno riscontrato generalmente un buon livello compositivo: - commenta la presidente dell’Associazione ADB Elena Pesa - una maggiore competenza nella scrittura adulta che in quella infantile, quest’ultima, comunque molto migliorata rispetto al passato». Claudio Ferrara, giovanissimo compositore romano già pluripremiato, ha vinto nella categoria L'écrivain de la tour con il suo brano “La testa del chiodo”, mentre Fabrizio Engaz di Gressan, direttore del Coro Penne Nere e del coro Chantenvers, si è aggiudicato tra oltre 50 compositori - alcuni anche molto esperti - il secondo premio con “Il treno degli emigranti”. Terzo ex aequo assegnato ai brani “Filastrocca solitaria” di Ezio Spinoccia di Catania e “Il treno dell’avvenire” di Annalia Nardelli di Trento. La giuria ha inoltre deciso di segnalare “Filastrocca impertinente” di Andrea d'Alpaos di Mestre per l'interessante proposta didattica.

Nella categoria Stile libero invece ha trionfato il torinese Corrado Margutti, direttore del Coro maschile Saint-Vincent, compositore conosciutissimo e molto seguito non solo in Valle d'Aosta e in Italia ma addirittura in Europa. La sua bravura è dimostrata ancora una volta dal punteggio altissimo (87,66) che ha ottenuto con “Dyptique Valdôtain”, che mette insieme 2 testi valdostani, uno di Marco Gal in patois e uno in titsch di Erwin Monterin. Con questo particolare dittico, che ha convinto all’unanimità i giurati, Corrado Margutti si aggiudica anche il premio speciale Arcova, assegnato al miglior brano scritto su testo valdostano. Il secondo premio va a Lorenzo Subrizi di Cuneo per “When the Dawn will come”, mentre al terzo posto troviamo di nuovo Corrado Margutti con “Manod meie” in dialetto titsch. In questa categoria la giuria ha deciso di segnalare altri 4 brani, “Mare di sogni” di Ilario Defrancesco di Moena, in provincia di Trento, “Tanto Gentile” di Claudio Ferrara di Roma, “La montagne desolaye” di Marina Gavelli di Tuscania, in provincia di Viterbo, e “Song” di Giuseppe Verardo di Surano, in provincia di Lecce, che avevano ottenuto il punteggio immediatamente successivo ai primi 3 premi.

I brani premiati entreranno a far parte del repertorio del Coro Les Jeunes Chanteurs de la Tour diretto da Caroline Voyat, e l'associazione ADB insieme a voci d'Italia sperano di poter proseguire questa iniziativa nel 2021 collaborando con il concorso letterario promosso dal Comune di Gignod "L'écrivain de la tour", per quanto riguarda i testi della categoria di brani dedicati ai bambini.

«Un particolare ringraziamento ai membri della giuria - sottolinea la presidente dell’ADB Gignod Elena Pesa - per l'eccellente lavoro svolto, al compositore Lorenzo Donati promotore del progetto nazionale "Voci d'Italia" e coorganizzatore del concorso e a Caroline Voyat segretaria del concorso nonché direttrice del coro Les jeunes chanteurs de la Tour».

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Agosto 2022
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031