Dal giornale

Stefano Percino, guida alpina di Champoluc, tra i protagonisti di una serie tv finlandese

Stefano Percino, guida alpina di Champoluc, tra i protagonisti di una serie tv finlandese
Dal giornale 16 Gennaio 2021 ore 11:35

Ayas «spopola» sulla tv finlandese, ottenendo oltre il dieci per cento di share (il paese ha sei milioni di abitanti), con la serie «Love of the wild-From the Alps to the Artic», di cui è tra i protagonisti la guida alpina valdostana Stefano Percino, presidente della Società delle Guide Champoluc-Ayas. Nata da un’idea del produttore finlandese Teemu Hostikka, cliente di Stefano Percino (foto), e giunta alla seconda stagione, è candidata per il Golden Venla al migliore programma dell’anno in Finlandia ed è tra i tre finalisti della categoria Lifestyle. Le riprese sono iniziate nell’agosto del 2018 e gli episodi sono andati in onda in Finlandia alla fine del 2019, prima su una piattaforma digitale, poi sulla tv pubblica. Il docureality segue Stefano Percino in tutte le stagioni dell’anno, sia nella sua vita quotidiana sia quando apre nuove vie di arrampicata o quando insegna ai giovani ad andare in sicurezza sulle montagne innevate. Rispetto all’edizione originale, che si concentrava sulle storie e sulle vite di personaggi finlandesi, questa è la sua versione internazionale e spazia dalle Alpi all’Europa settentrionale, coinvolgendo due personaggi delle Alpi (Stefano Percino e una falconiera austriaca) e tre dell’Europa del Nord (un norvegese che vive tra laghi e fiordi, un pescatore professionista del Circolo Polare Artico e un guardiaparco della Carinzia). La seconda serie, le cui riprese sono avvenute nel 2019, sarà on air nella primavera 2021. Sono protagonisti gli stessi personaggi. In particolare Stefano Percino con i suoi due figli Pietro, il maggiore, ed Emile, alle prese con lo sci alpinismo e gli allenamenti che culmineranno con l’ascesa al Cervino con il primogenito nell’ultima puntata.

Tero Repo è il direttore della fotografia finlandese, che vive nel Vallese, Guido Perrini il cameramen (a sua volta del Vallese), insieme ai colleghi cameramen e fotografi Luca Rolli, Matteo Calcamuggi e Marco Spataro, guide alpine valdostane.

Sono in corso le trattative affinché la serie vada in onda anche in Italia, probabilmente su una tv su internet. «Voglio ringraziare il Comune di Ayas, il Corpo Forestale della Valle d’Aosta e la Società delle Guide di Champoluc-Ayas, - riferisce Stefano Percino - che hanno reso possibili le riprese, che sono avvenute anche nei rifugi, compresa la Capanna Margherita, e hanno riguardato la vita quotidiana e la montagna d’alta quota, compresa la desarpa».

In edicola
Prima pagina
Archivio notizie
Maggio: 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
Abbonamento Digitale La Valléè