Dal giornale

Stefano Anania, il ragazzo che sorrideva alla vita

Stefano Anania, il ragazzo che sorrideva alla vita
Dal giornale 23 Gennaio 2021 ore 10:58

La sua grande passione era la Juventus e nel feretro i suoi cari hanno messo la bandiera della squadra e la “scatola dei ricordi”, con le foto autografate assieme ai grandi campioni bianconeri: Michel Platini, Alessandro Del Piero e Gianluigi Buffon, solo per citarne alcuni. Stefano Anania era affetto da una lieve disabilità fin dalla nascita e per questo motivo quando lo accompagnavano a vedere le partite, o in occasione dei ritiri a Saint-Vincent del 2012, poteva accedere al parterre diventando ben presto la mascotte dei suoi idoli calcistici. La strada di Stefano Anania si è interrotta a soli 48 anni, all’Ospedale regionale di Aosta. Le sue condizioni di salute si erano progressivamente aggravate dopo un intervento chirurgico e la sua forte fibra ha ceduto lunedì scorso, 18 gennaio. Era nato ad Aosta il 9 dicembre del 1972 da Pietro Anania e Genoveffa Ferrari - ma tutti la conoscevano come Tita. Il padre era un volto noto del centro storico per via del salone da barbiere in via Abbé Gorret, tanto che si diceva che «faceva il capello al Vescovo», e la madre era sarta. Una famiglia umile ma solida, onesta, che accolse con immensa gioia la nascita di Stefano, un ragazzone simpatico dal sorriso aperto a cui tutti volevano bene per la sua immensa e contagiosa voglia di vivere. I genitori, però, mancarono a breve distanza l’una dall’altro, Tita nel 2015 e Pietro l’anno dopo. Stefano già ospite di Casa Betania passò tra le braccia di Maison à Câlins. Stefano Anania lascia in tutti coloro che lo hanno conosciuto un bel ricordo, a riprova che la disabilità può essere vissuta come un’opportunità anziché come un ostacolo come ben sanno i collaboratori del CEA di Aosta che lo hanno accompagnato amorevolmente per tutta la vita. I funerali sono stati celebrati martedì 19 gennaio nella chiesa di Santo Stefano. Lascia l’affezionato cugino e tutore Tommy Ferrari con la moglie Silvia Bertolin, oltre a zii e cugini che lo custodiranno nel cuore per sempre.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Agosto 2022
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031