Dal giornale

Si rifanno i tetti dell’ex Fera per una spesa di 600mila euro

Si rifanno i tetti dell’ex Fera per una spesa di 600mila euro
Dal giornale 23 Gennaio 2021 ore 23:47

Si avvia verso la riqualificazione completa l’area dismessa della ex Fera di Saint-Vincent, situata nella zona industriale del paese, in via Ponte Romano, un grande complesso denominato “SVN01” e costituito da 3 corpi di fabbrica edificati tra gli anni Sessanta e Ottanta per accogliere in un primo tempo un'azienda metalmeccanica e in seguito una società che si occupava della costruzione di macchine per la movimentazione di terra, la nuova Rock, destinando i 3 edifici rispettivamente a palazzina laboratori, stabilimento di produzione e sede degli uffici per una superficie totale di circa 11mila quadrati.

In seguito alla cessazione dell’attività nel 1996, l’intero complesso venne rilevato Finaosta e tra la fine degli anni Novanta e l’inizio degli anni Duemila l’area industriale riprese vigore con interventi di riqualificazione mirati all’insediamento di diverse aziende operanti nel settore dell’edilizia (La Casa di Terra e Tecnoval, oggi Tecnopiemonte) nonché della falegnameria del Casino de La Vallée. Nel 2011 è cambiata nuovamente la proprietà del complesso che è andato ad accrescere il patrimonio immobiliare della società Struttura Valle d’Aosta.

Nel 2020 Struttura Valle d’ Aosta ha dato inizio ad un processo di riqualificazione edilizia del corpo principale dell’area, il corpo B, che si sviluppa su 2 piani fuori terra e un piano seminterrato per una superficie globale di circa 8.450 metri quadrati.

Nelle scorse settimane sono iniziati i lavori per il rifacimento dei tetti dell’edificio, appaltati alla ditta Alfa Sogemi di Esine in provincia di Brescia: verranno completamente rifatti circa 4.290 metri quadrati di copertura per una spesa di 600mila euro; le opere dovrebbero concludersi entro l’estate, Covid permettendo. «Alcuni locali posti al piano seminterrato sono attualmente oggetto di lavori di ristrutturazione e ospiteranno il nuovo centro di smistamento di Poste Italiane per la Bassa Valle. Risulta ancora libero e oggetto di prossima ristrutturazione, l’intero piano terreno del corpo di fabbrica principale con una superficie lorda pari a 3.540 metri quadrati. - spiega Henri Calza, presidente di Vda Structure - Il primo passo è la rimozione e lo smaltimento delle vecchie coperture in amianto, l’impermeabilizzazione e infine la posa delle nuove coperture in lamiera».

Come evidenzia il presidente di Vda Structure, diverse aziende della zona avrebbero già manifestato l’interesse di trasferire le proprie attività proprio nell’area dell’ex Fera.

Alcuni anni fa, Vda Structure, per il recupero e la valorizzazione del patrimonio immobiliare regionale, aveva partecipato, per la prima volta, al Mipim di Cannes, il “Marché international des professionnels de l’immobilier”: nell’area di Saint-Vincent si era ipotizzata la realizzazione di una sorta di “mercato della natura”, con una serra per coltivare verdure e piccoli frutti al piano superiore e un’area per negozi, ristorazione e altre attività dell’agroalimentare al pianterreno. Ipotesi che poi è tramontata.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Novembre 2022
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930