Si allarga la Statale tra Arnad e Bard: entro fine estate partirà il cantiere da 12,3 milioni di euro

Si allarga la Statale tra Arnad e Bard: entro fine estate partirà il cantiere da 12,3 milioni di euro
Pubblicato:
Aggiornato:

«L’avvio degli interventi di allargamento della Statale 26 tra Hône e Arnad è in via di definizione. La consegna dei lavori è comunque prevista entro il termine dell’estate». Lo fanno sapere dall’Anas in merito al cantiere più importante in partenza nei prossimi mesi in Valle d’Aosta: l’allargamento della carreggiata della strada statale tra la rotonda di Arnad e la rotonda di Hône, per una lunghezza di circa 4 chilometri, nei territori comunali di Arnad e Bard. Si tratta di opere per una spesa prevista di 12,3 milioni di euro. «La durata dell’intervento è stimata in 486 giorni, salvo i fisiologici periodi di fermo dei lavori per via delle condizioni climatiche avverse che contraddistinguono la Valle d’Aosta durante il periodo invernale. - spiegano ancora dall’Anas - Al fine di mitigare il più possibile l’impatto sulla circolazione, sono in corso le valutazioni sulla limitazione da adottare per consentire l’esecuzione delle lavorazioni lungo il tracciato. Questo aspetto sarà oggetto di condivisione con gli enti locali prima dell’avvio dei lavori. Sarà garantito il mantenimento di tutti gli attuali accessi autorizzati alle proprietà private. L’intervento consentirà di migliorare la circolazione dei mezzi elevando il livello di servizio della Statale, anche in termini di sicurezza».

A Arnad - sul cui territorio sarà eseguita la maggior parte dell’opera - l’avvio del cantiere si aspetta con qualche timore. «E’ una soddisfazione che finalmente si prospetti l’inizio di questi lavori, attesi da tanto tempo e importanti per la sicurezza in un tratto dove nel tempo si sono verificati diversi incidenti. - dichiara il sindaco di Arnad Alexandre Bertolin - Del progetto fa parte la realizzazione di una rotatoria all’altezza del bivio per Echallod. Sono in corso confronti con Anas per inserire in una variante in corso d’opera il completamento del marciapiede nel tratto tra la nuova rotatoria e il cimitero. Per quanto ci riguarda come Comune, inoltre, sarà nostro compito intervenire sulle interferenze con la Statale - ovvero gli attraversamenti di acquedotto e fognatura - e spostare il monolite di benvenuto all’ingresso del paese, per il quale sarà trovata una nuova collocazione. Ovviamente l’intenzione è effettuare questi lavori contemporaneamente a quelli di allargamento della Statale, in modo da ridurre i disagi, che saranno comunque significativi, soprattutto nelle stagioni di maggiore afflusso turistico. In questo senso sarà importante la collaborazione con tutti gli enti - comprese la Regione e la società che gestisce l’autostrada - per la creazione di un tavolo di lavoro».

L’allargamento della Statale porterà un altro significativo disagio. Il conseguente intervento di adeguamento dell’impianto di irrigazione del consorzio di miglioramento fondiario di Arnad, con lo spostamento di irrigatori e tubazioni. «Sono in corso confronti con Anas per fare in modo che i lavori vengano gestiti nel modo meno impattante possibile per gli agricoltori. - dice Gianni Bonel, presidente del consorzio dal 2022 - L’intenzione è quella, compatibilmente con lo svolgimento delle opere, di garantire l’approvigionamento di acqua perché qui ci sono persone che vivono di agricoltura. Per questo già i miei predecessori avevano chiesto che si intervenisse nel periodo di chiusura dell’impianto. Inoltre auspico che sia possibile incontrare anche l’impresa esecutrice per accordarsi e coordinarsi in merito alla realizzazione delle opere».

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031