“Sensi-Tecnologie per l’autonomia”: un progetto per abbattere le barriere

Pubblicato:
Aggiornato:

Si è tenuta nella mattinata di ieri, venerdì 21 giugno, nel salone dell’Assessorato della Sanità in via De Tillier, ad Aosta, la presentazione del progetto “Sensi - Tecnologie per l’autonomia”.

«Il progetto, svolto grazie al prezioso apporto dell’Unione Italiana dei Ciechi e Ipovedenti e dell’Ente Nazionale Sordi della Valle d’Aosta, - ha spiegato l’assessore Carlo Marzi - è stato realizzato per favorire l’accessibilità dei luoghi e gli spostamenti in autonomia delle persone con disabilità sensoriale. L’impegno è volto a garantire a tutti pari opportunità di accesso ai servizi e alle risorse del territorio, ponendo quindi sempre la persona al centro delle politiche che trasversalmente investono diversi settori dell’Amministrazione regionale. Grazie alla collaborazione degli Assessorati dei colleghi Luigi Bertschy e Jean-Pierre Guichardaz, dei Sindaci e delle amministrazioni dei comuni coinvolti, della Cva e del Museo dell’Artigianato Valdostano che ringrazio abbiamo dato un segnale concreto nell’aiutare a vivere i luoghi del nostro territorio attraverso l’utilizzo di soluzioni tecnologiche avanzate, sperimentate anche su una linea di trasporto regionale e all’Area megalitica di Aosta».

Il progetto “Sensi - Tecnologie per l’autonomia” vede coinvolto il Dipartimento politiche sociali, l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Valle d’Aosta, in qualità di ente capofila in partnership con l’Ente Nazionale Sordi VdA, nel percorso di co-progettazione. L’iniziativa è rivolta alle persone con disabilità sensoriale e promuove azioni pilota e interventi per migliorare l’accessibilità e l’autonomia dei beneficiari, attraverso l’utilizzo di soluzioni tecnologiche in diversi ambiti quali, a titolo esemplificativo, i servizi, i luoghi della cultura, i trasporti, il turismo.

La sperimentazione prevede l’utilizzo di un sistema di codici a barre che, posizionati nei punti individuati, permettono di inserire informazioni rilevanti per l'utente utilizzando vari canali comunicativi.

Il progetto ha visto il coinvolgimento dell’Assessorato dello Sviluppo economico, Formazione e Lavoro, Trasporti e Mobilità sostenibile che ha collaborato nella sperimentazione della tecnologia Navilens su una linea di trasporto regionale, dell’Assessorato dei Beni e Attività culturali che ha collaborato nella sperimentazione della tecnologia Navilens presso l’area megalitica di Aosta.

Sul territorio, il coinvolgimento dei Comuni di Aosta e Morgex per sperimentare l’applicazione sia in un contesto cittadino che in un contesto montano e turistico e i Comuni di Saint-Oyen, Saint-Rhémy-en-Bosses ed Etroubles per l’applicazione su luoghi della via Francigena.

Infine, la Compagnia Valdostana delle Acque è stata coinvolta rispetto a contenuti accessibili per persone con disabilità sensoriali relative a percorsi naturalistici che raggiungono le dighe valdostane e il Museo dell’Artigianato Valdostano si è reso disponibile a valorizzare i contenuti sull’applicazione attraverso i contenuti di un’audioguida sul museo.

La spesa dedicata al progetto ammonta complessivamente ad 113.415 euro, a valere sul Fondo statale per il finanziamento di progetti e di attività di interesse generale nel Terzo settore.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031