Ridotte del 20 per cento le rette degli asili nido per le famiglie

Pubblicato:
Aggiornato:

La Giunta regionale ha approvato il Piano di azione annuale per la promozione e il sostegno ai servizi per la prima infanzia e le azioni del Piano operativo annuale (Poa), contenente le azioni previste nel Piano per la salute e il benessere sociale. Lo ha comunicato l'Assessorato regionale della Sanità, Salute e Politiche sociali. «Abbiamo ridotto del 20 per cento a favore delle famiglie - spiega l’assessore Carlo Marzi - le rette dei servizi per la frequenza dei bambini agli asili nido e a spazi gioco. Si tratta di un aiuto concreto che rende gli asili nido più accessibili a tutte le famiglie. La riduzione delle rette rappresenta un segnale che, unito ad altre misure regionali che affermano la centralità della famiglia, può anche contribuire a rallentare il preoccupante processo di denatalità in atto». Il Piano prevede, in accordo con il Cpel, importanti risorse aggiuntive a favore degli enti locali per la promozione e il sostegno ai servizi, «Nell'ottica di garantire sempre più pari opportunità, inclusione sociale e l'accesso a un'educazione di qualità fin dalla prima infanzia. - aggiunge l’assessore Carlo marzi - Inoltre sono state approvate le azioni del Piano operativo annuale nel quale, sempre in ambito di servizi per i minori, si garantiscono risorse e criteri per la copertura dei costi di assistenza dei minori con disabilità che partecipano ai servizi ludico ricreativi organizzati dagli enti locali».

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031