Rhêmes-Notre-Dame, rinnovato il «patto» con Solarolo

Rhêmes-Notre-Dame, rinnovato il «patto» con Solarolo
Pubblicato:
Aggiornato:

E’ passato un anno da quei difficili giorni di maggio, quando tra il 16 e il 17 il paese di Solarolo è stato invaso dalle acque del Senio.

In quel periodo la comunità si stava preparando a festeggiare la solennità dell’Ascensione, ma l’alluvione aveva inevitabilmente stravolto i piani. L’Ascensione di quest’anno ha assunto dunque un significato particolare. Da giovedì a lunedì scorsi, 9 e 13 maggio, Solarolo ha festeggiato l’Ascensione con un programma che unisce devozione e intrattenimento. Accanto all’ambito religioso, nel tempo la ricorrenza ha assunto anche carattere di festività civile: è stata infatti la pro loco, con il patrocinio del Comune di Solarolo, ad aver organizzato la Festa di Ascensione. Durante l’appuntamento era attivo lo stand gastronomico con specialità romagnole e valdostane. Erano infatti presenti la delegazioni delle cittadine gemellate, Rhêmes-Notre-Dame e la tedesca Kirchheim Am Ries con stand ricche di specialità.

Non è mancato il momento istituzionale visto che ricorrevano i 25 anni del gemellaggio, con il rinnovo del patto da parte dei sindaci: Stefano Briccolani per Solarolo, Firmino Therisod di Rhêmes-Notre-Dame e Danyel Atalay per Kirchheim Am Ries. Era presente pure Corrado Jordan, in rappresentanza del Consiglio Valle che insieme al Celva ha offerto al Comune di Solarolo un contributo di 127mila euro per gli interventi post alluvione.

«E’ stato un momento particolare - commenta il sindaco Firmino Therisod - che ha consolidato l’amicizia tra le nostre comunità, valida non solo nei momenti di festa ma anche nelle difficoltà, come dimostrato in più occasioni».

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031