«Quell’evento sportivo ha contribuito all’astensionismo»

Pubblicato:
Aggiornato:

Sono una cittadina di Aosta ed ho cercato di non mancare mai agli appuntamenti elettorali della ma città, né, quelli locali, né quelli europei, perché ritengo che noi che possiamo votare liberamente, grazie a chi ci donato questa libertà con il sacrificio, a volte anche della vita, mi sento in dovere, ma anche con piacere di partecipare alla vita politica del mio Paese. Perciò, anche a costo di qualche piccolo sacrificio, sono sempre stata presente: anche questa volta, perché spesso sono in giro per il mondo. Constatare che questa volta la città era praticamente irraggiungibile a piedi, perché tutte le strade erano bloccate per un evento sportivo, di cui, tra l'altro, non sapevano dirmi nulla quasi tutti gli operatori (forze dell'ordine, alpini, ecc.), a presidio degli ingressi in città, mi ha profondamente colpita. Già l'astensionismo alle elezioni è purtroppo un fenomeno molto, troppo diffuso in generale, questa volta ha colpito molti elettori, compresi quelli che, per età, acciacchi, non sono proprio riusciti ad andare a votare. Io sono andata al seggio e, chiedendo agli scrutatori, ho avuto conferma che l'astensionismo era particolarmente esteso questa volta. Mi domando, essendo la data della votazione nota da molti mesi, se l’organizzazione dell'evento sportivo non poteva essere programmato in data diversa? Grazie per una eventuale risposta, ammesso che ci sia.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031