Prevenzione del suicidio, la Regione avvia una campagna

Pubblicato:
Aggiornato:

La Giunta regionale, nella sua riunione di lunedì scorso, 21 agosto, ha approvato due importanti deliberazioni che rientrano nell’ambito del Progetto regionale per la prevenzione del suicidio.

“Teniamo alta l’attenzione su questo delicato tema proseguendo con le attività del Progetto regionale per la prevenzione del suicidio. - sottolinea Carlo Marzi assessore alla Sanità, Salute e Politiche sociali - Già nello scorso anno abbiamo concretizzato le prime azioni, installando sui ponti di Avise e di Introd specifici dispositivi di protezione e dissuasione a contrasto degli atti anticonservativi. Ora diamo gambe anche agli aspetti della prevenzione e della formazione, i due elementi centrali a sensibilizzare e prevenire per quanto possibile il fenomeno: è infatti fondamentale riuscire a cogliere nei tempi utili le situazioni di disagio, in modo da poter prontamente intervenire prima che si verifichino situazioni di maggiore difficoltà.”

“Siamo consapevoli - precisa l’Assessore - che la formazione è condizione necessaria per poter operare in questo delicato ambito, in cui le esperienze e le sensibilità maturate dall’associazione Mandorlo fiorito, con la quale collaboriamo con continuità, rivestono fondamentale importanza. La giornata del 10 settembre, quest’anno giunta al ventesimo anno di celebrazione, rappresenta la migliore occasione per parlare di questo drammatico tema, far conoscere l’impegno profuso dall’associazione e promuovere il progetto che l’Assessorato porta avanti in collaborazione con la stessa e con l’Usl”.

Il primo provvedimento approva l’organizzazione di un evento, in occasione della Giornata mondiale della prevenzione del suicidio, che si terrà a Saint-Vincent domenica 10 settembre, patrocinato dalla Regione e realizzato in collaborazione con l’Assessorato, il Dipartimento di salute mentale dell’Azienda USL e “Il Mandorlo Fiorito”, costituita come sezione interna all’Associazione dei volontari del soccorso Grand Paradis.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito del Progetto regionale per la prevenzione del sudicio, approvato con deliberazione della Giunta regionale 522/2022, che tra le varie azioni da porre in essere prevede campagne di prevenzione e di sensibilizzazione al fenomeno, in collaborazione con “Il Mandorlo Fiorito”, costituita come sezione interna all’associazione dei volontari del soccorso Grand Paradis.

Con il secondo provvedimento si avviano le azioni del Progetto regionale volte a realizzare interventi formativi, da parte di qualificati docenti ed esperti del settore, su vari livelli, destinati a diverse categorie di soggetti coinvolti nel fenomeno: operatori sanitari, operatori di pronto intervento, sentinelle (persone formate alla rilevazione del rischio suicidario) e superstiti.

A tale attività formativa si aggiunge, inoltre, un progetto di ricerca-azione rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado della Regione, agli insegnanti e ai genitori, da attuarsi per il tramite dell’Università della Valle d’Aosta.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Giugno 2024
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930