Presentato il progetto di Vetan 2050: le parole chiave sono ambiente, sostenibilità e lo sguardo rivolto al futuro

Presentato il progetto di Vetan 2050: le parole chiave sono ambiente, sostenibilità e lo sguardo rivolto al futuro
Pubblicato:
Aggiornato:

Vetan 2050 prende corpo: il primo progetto dell’associazione è quello di creare, per l’estate del 2021, delle nuove cartine della zona, in modo tale che turisti e semplici appassionati di montagna possano scoprire quante bellezze si racchiudono nel raggio di pochi chilometri da questo villaggio incantato di Saint-Pierre.

“Avremo il tour del Fallère e quello del Monte Rosso, ma anche e soprattutto gli itinerari per le mountain bike e le ebike. Il mondo cambia, anche il turismo deve stare al passo con i tempi”, racconta Jonny Lale Murix, vice presidente dell’associazione Vetan 2050 e albergatore in questo piccolo angolo di paradiso. Intanto, per lanciare la promozione di progetti e iniziative, il comitato ha pensato bene di finanziarsi prima con la vendita di magliette in occasione del patrono di Saint Laurent e poi con quella di borracce in metallo appositivamente marchiate. “Speriamo che, soprattutto nelle nuove generazioni, passi il messaggio che la plastica non è la migliore soluzione”, conclude Jonny Lale Murix. Le borracce - e, a breve, pure delle t-shirt tecniche con il logo di Vetan 2050 - sono in vendita all’Hotel Notre Maison.

Sabato scorso, 22 agosto, il progetto dell’associazione è stato presentato in occasione dello spettacolo musicale di Bobo Pernettaz, Roberto Contardo e Alberto Faccini: circa 40 i presenti, saliti a quota 200 poco dopo per la degustazione di prodotti tipici valdostani condotta da Andrea Barmaz.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031