Dal giornale

Pont-Saint-Martin, il Carnevale è a rischio “Mancano volontari per la nuova Pro Loco”

Pont-Saint-Martin, il Carnevale è a rischio “Mancano volontari per la nuova Pro Loco”
Dal giornale 29 Ottobre 2022 ore 13:12

«In questo momento il Carnevale storico del 2023 è sicuramente a rischio. Ogni giorno che passa aumentano le possibilità che l’appuntamento debba saltare». E’ rammaricato il presidente uscente della Pro Loco Battista Enrietti - che compirà 65 anni il prossimo mese di febbraio, proprio a ridosso del Carnevale - in questi giorni che precedono l’assemblea, in programma per mercoledì prossimo, 4 novembre, data in cui, presumibilmente, si decideranno le sorti dell’evento. Il mandato del direttivo del sodalizio è scaduto, dopo 4 anni, il 22 ottobre scorso, e Battista Enrietti conferma la sua intenzione a non ricandidarsi più. Servono nuovi volontari, forze fresche per mantenere in vita una tradizione così forte e sentita in paese, ma a quanto pare, già da qualche tempo, questo ricambio, auspicato dal presidente uscente, tarda ad arrivare. Enrietti è stato presidente della Pro Loco dal 2002 al 2013 e poi, dopo un quadriennio di interruzione durante il quale è stato presidente Davide Caffo, dal 2018 fino all’anno in corso.

«L’organizzazione di un evento così importante è complessa e richiede tempo. - conferma Battista Enrietti - Noi abbiamo fatto la nostra parte, adesso vorremmo che qualcun altro si facesse avanti. Al momento però non abbiamo notizie di nessuna candidatura».

Il direttivo al momento, oltre che da Battista Enrietti, è composto da Paolo Quattrone (vicepresidente), Silvano Venanzio (cassiere), Sofia Fregnani (segretaria), Elisa Tabasso e Maike Napoli (consiglieri) mentre i soci tesserati sono circa 25. Un po’ pochi per un paese come Pont e soprattutto per una tradizione centenaria come quella del Carnevale che l’anno prossimo toccherà (o dovrebbe toccare) quota 113. L’appuntamento clou è in programma per i 16 febbraio.

La Pro Loco uscente si riunirà appunto mercoledì 4 novembre, alle 20.30 a Villa Michetti, e allora si deciderà il da farsi. Nel caso non si riuscisse a individuare un nuovo gruppo alla guida, una seconda riunione verrà convocata dopo 15 giorni, e una terza, dopo altre 2 settimane. Così però si arriverebbe all’inizio di dicembre.

«Considerando che il Diavolo viene appeso il 6 gennaio, i tempi sono davvero strettissimi. - aggiunge Battista Enrietti - Gli altri anni, a quest’ora, erano già stati individuati i diversi personaggi, San Martino, il Diavolo, il Console Romano, i Tribuni della Plebe, le Guardie Romane e il loro Comandante . La Ninfa del Lys era già impegnata con i preparativi per la realizzazione dell’abito». Secondo il presidente uscente il paese deve capire che un ricambio è necessario. «Noi non ci siamo mai fermati neanche durante gli anni del Covid - rivendica Battista Enrietti - ma non possiamo essere sempre gli stessi a dover fare tutto. Occorrono passione e tanto impegno, perché il lavoro da portare avanti è davvero molto». La Pro Loco quest’anno ha anche organizzato un’edizione estiva del Carnevale che ha avuto un ottimo successo. Ma come mai i giovani non partecipano? «Sicuramente l’impegno all’interno dei rioni porta via una bella fetta di persone, ma alla fine è la Pro Loco che dedica la maggior parte delle energie all’organizzazione del Carnevale. - conclude Battista Enrietti - Spero ancora che qualcuno si faccia avanti. I tempi sono davvero strettissimi».

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Dicembre 2022
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031