Percorsi protetti lungo le strade provinciali: rincaro nei lavori

Pubblicato:
Aggiornato:

Subiscono un rincaro i lavori per la realizzazione di percorsi protetti, marciapiedi e potenziamento dell’illuminazione pubblica sulle strade provinciali 70, 69 e 73, quelle interessate al dirottamento di traffico pesante in caso di chiusura dell’autostrada Torino-Aosta, in caso di emergenze relative alla frana in constante movimento in località Chiappetti di Quincinetto. La spesa originariamente prevista di 180mila euro (160mila finanziati dalla Città Metropolitana, il restante attinto da risorse comunali) è salita a 210mila per una perizia di variante in corso d’opera.

Questi cantieri, che interessavano strade, ponti e viadotti, si erano resi necessari proprio per la sicurezza che un flusso di traffico normale e pesante smistato tra i paesi lungo la Dora non provocasse più disagi del dovuto, sulla base del piano speditivo di Protezione civile concordato nel 2020 con la Prefettura.

Uno studio di fattibilità da parte del Comune di Borgofranco aveva portato ad affidare la progettazione delle opere viarie lungo queste carreggiate, attualmente in fase di chiusura, all’ingegner Elisa Pariso e al geometra Andrea Catrano, con cantieri affidati alla società Montescavi. Tra questi era compreso l’allargamento della Provinciale 69 nel tratto tra il cimitero di Baio Dora e l’incrocio con via Ghiare. «Una volta installato l’allacciamento dei nuovi pali della luce al contatore e finita la posa di paletti nei punti più pericolosi di alcuni tratti di marciapiede, i lavori potranno dirsi conclusi» commenta il sindaco Fausto Francisca.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031