Pdhae, addio serie D: la retrocessione è matematica L’Aygreville si impone nello scontro per la salvezza

Pubblicato:
Aggiornato:

Una nuova dirigenza a luglio con l’imprenditore di Bogliasco Giuseppe Perpignano a rilevare il gruppo di Jean Calliera e Giuseppe Stanca che aveva portato in alto il Pont Donnaz Hone Arnad Evançon in 4 anni di serie D, poi tanta confusione, un valzer di allenatori, un via vai di giocatori e un girone di andata modesto con 16 punti in 19 incontri. Poi il 7 gennaio a Montjovet il successo nella prima di ritorno con il Derthona e quindi la miseria di 3 pareggi e 13 sconfitte nelle ultime 16 giornate. E’ così che il calcio valdostano scompare dalla quarta serie con la sconfitta per 2 a 1 di domenica scorsa, 21 aprile, al Milliery contro l’Alba terz’ultimo con 12 punti in più e oggi, sabato 27 aprile, alle 15 a Chieri la squadra di mister Podestà si presenta con la retrocessione in tasca arrivata proprio nella domenica in cui l’Alcione porta la terza squadra di Milano tra i professionisti. André Sassi di Verrès, uno dei pochi valdostani rimasti, parla di retrocessione «solo colpa nostra» mentre il presidente pensa già a fare domanda di ripescaggio aspettando i criteri federali per farlo. Purtroppo a retrocedere è anche il Borgosesia di mister Roberto Cretaz che si è seduto in panchina quando la barca sesiana era vicina ad affondare. Domenica un colpo di testa di Scotto nel primo tempo e una scivolata con autorete di Mendez in apertura di ripreso hanno sancito il successo dei langaroli, poi in zona Cesarini un bel numero solitario di Doratiotto costringe il portiere Ribero al rinvio e Papa insacca l’1 a 2 per i valdostani, in molte occasioni anche in credito con la fortuna. 22 gol fatti in 36 partite ma troppi (55) gol subiti . Ora ci sono ancora 2 partite da onorare e poi c’è da ricostruire. Come e con chi è tutto da verificare. Adesso c’è tanto amaro in bocca.

L’Aygreville si rilancia

Settimana a 2 facce in Eccellenza per l’Aygreville che con il ritorno di un grande tecnico come Alberto Rizzo sta facendo di tutto per risalire la china e uscire dalle sabbie mobili della zona play out che interessa le ultime 5. Domenica l’occasione giusta era a Cossato ma in vantaggio per 2 a 0 e 3 a 1 i valdostani del presidente Silvano Zoppo hanno gettato alle ortiche un possibile successo e hanno perso 4 a 3 con una diretta concorrente per la corsa salvezza. Fortunatamente giovedì nel recupero i “Rizzo boys” hanno battuto in casa a Villeneuve un’altra diretta concorrente, l’Eureka Settimo, sotto di 2 punti alla vigilia, per 2 a 0 ed ora, complice la sconfitta dell’Alicese Orizzonti in casa con la Biellese, sarebbero salvi per 1 punto ma mancano ancora 2 giornate. A realizzare 3 reti per il Città di Cossato è stato proprio un ex come l’aostano Alessio Maruca con sfortunata autorete di Nastasi in piena zona Cesarini in scivolata a beffare Borre, sostituto dello squalificato Pomat. Nel primo tempo Nastasi ha portato in vantaggio le “aquile” poi in apertura di ripresa Francois Dayné ha realizzato un rigore procurato. A 35 minuti dalla fine Carillo Romero si è fatto espellere per doppia ammonizione e dopo l’1-2 dei cossatesi è arrivato il 3 a 1 ancora di Dayné, poi si è scatenato Maruca ed è arrivata la beffa finale. Giovedìall’Oscar Rini nel recupero la Pro Eureka Settimo ha sbagliato molto nel primo tempo poi è salito in cattedra l’Aygreville con una punizione di Dayné deviata da un difensore e con un rigore realizzato ancora da Dayné. Una bella vittoria anche con assenze importanti come Lala e gli squalificati Carillo Romero e Pomat. Domenica l’Aygreville scenderà a Granozzo con Monticello ad affrontare un avversario ostico come la Pro Novara seconda in classifica a 3 punti dal Borgaro e l’Alicese Orizzonti andrà sul campo dell’altra seconda Oleggio. Nell’ultimo turno il calendario potrebbe aiutare i valdostani con l’incontro in casa con l’Alpignano mentre l’Alicese ospiterà il Volpiano Pianese.

Sette valdostani nel QuincitavaIn Promozione, a 3 giornate dalla fine, lo Charvensod ha agganciato nella corsa ai play off il quinto posto che divide con Rivarolese e Cafasse Balangero. A Villarbasse contro il fanalino di coda già retrocesso i ragazzi di Fermanelli hanno vinto 6 a 1 andando sul 6 a 0 con i gol di Gentili e una autorete nel primo tempo, Orfano, Gianluca Mammoliti, Thomas Gazzera e Favre prima della rete della bandiera. Domenica lo Charvensod ospiterà al Guido Saba il Montanaro mentre il Cafasse Balangero andrà a Torino con il Lucento, secondo in classifica, e la Rivarolese a Ivrea. Fontamentale sarà domenica 5 maggio il confronto diretto a Cafasse. A Druento andrà la capolista Quinci Tava pronta a festeggiare a + 5 sul Lucento con un direttore sportivo di rango e molto stimato come Gianluca Vallomy di Pont-Saint-Martin e 6 giocatori che vivono in Valle come Cristiano Yon di Hône, Stefano Balzarotti di Donnas, Alexis Mattioli di Champdepraz, Matteo Mugione di Aosta, Andrea Pinet e Francesco Vergano di Issogne.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031