Dal giornale

Nus in lutto per l’addio a Bruno Grange

Nus in lutto per l’addio a Bruno Grange
Dal giornale 29 Ottobre 2022 ore 15:48

«Un aspetto che ha caratterizzato la vita di Bruno è stato il dono, donare una parte di sé per gli altri». Con queste parole è stato ricordato martedì scorso, 25 ottobre - nella chiesa parrocchiale davanti a una grande folla e all’intera comunità di Nus - Bruno Grange, scomparso domenica a 86 anni al Beauregard a causa di una polmonite bilaterale. Bruno, cresciuto nel villaggio in montagna di Veprò che tanto amava - guidando la consorteria, curando i campi e gestendo l’enchère al patrono a giugno - ha lavorato per anni a Colonna, all'Illsa Viola e poi alla Cogne per occuparsi nel tempo libero delle sue vigne. Si era sposato nel 1960 con Maria Ida Chamois da cui ha avuto 3 figli affermati in paese come Fabio, ex mezzofondista di livello nazionale ed ora vicesindaco di Nus - per qualche mese anche sindaco facente funzioni -, Sergio, ex azzurro di bob e calciatore e ora predidente dei cacciatori valdostani, e Marco, tutti uomini di grande cultura come lui.

Era stato nominato Cavaliere della Repubblica il 27 dicembre 1987 dal presidente Francesco Cossiga e nel 1996 Chevalier dalla Federation Internationale des Organisations Donneurs de Sang a Parigi.

Bruno Grange si era distinto in tanti campi dell'associazionismo. Era stato presidente della Pro Loco e sempre impegnato nelle varie feste di paese in particolare nella sagra del Vien de Nus. E’ stato da sempre donatore di sangue, presidente della sezione Avis e tra coloro che hanno creato il gemellaggio con i Donneurs de Sang di Marignier, in Francia, che considerava come fratelli. Era molto fiero di essere stato Seigneur de Nus nell'ambito del gruppo storico. Aveva lavorato per lo sviluppo della collina di Nus alla presidenza della consorteria di Praz.

Persona gioviale e generosa con tutti, era molto appassionato e preparato anche nello sport seguendo sui campi prima i figli e poi i 5 nipoti, in particolare Samy, arrivato a giocare in serie D nel Pont Donnaz Hône Arnad Evançon. Era stato anche tra gli organizzatori con il figlio Fabio del Miglio internazionale di Nus che aveva portato tanti campioni stranieri in paese.

Bruno Grange lascerà un grande vuoto non solo nel suo villaggio di Plantayes ma in tutta la comunità di Nus e della sua adorata Valle d'Aosta.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Dicembre 2022
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031