Dal giornale

Normandie incoronata reina dou lacë all’arena La bovina della famiglia Moin è la più produttiva

Normandie incoronata reina dou lacë all’arena La bovina della famiglia Moin è la più produttiva
Dal giornale 07 Maggio 2022 ore 16:40

E’ Normandie della Maison agricole Moin di Quart la bovina più produttiva della Valle d’Aosta con i suoi 7.600 chili di latte. E’ stata premiata domenica scorsa, 1° maggio, all’arena Croix-Noire di Aosta, nell’ambito del concorso Reina dou Lacë che finalmente - dopo l’annullamento del 2020 e il rinvio a novembre del 2021 a causa della pandemia - ha potuto di nuovo svolgersi nella data tradizionale della Festa dei Lavoratori. Un riconoscimento è stato attribuito alle 10 migliori bovine lattifere della nostra regione.

Tra le pezzate rosse, dietro Normandie, al secondo posto si è classificata Caffeine e al terzo Birba, entrambe di Simone Pariset di Rhêmes- Saint-Georges, rispettivamente con 7.499 e con 7.177 chili di latte; quarta è giunta Fiesta di Modesto Cheillon di Valpelline con 7.144 chili, quinta Merveille di Irma Pellissier di Champorcher con 7.052 chili e sesta Cuba di Arnaldo Favre di Verrès con 6.979 chili.

Tra le castane e le pezzate nere il primo posto è andato per il secondo anno consecutivo a Tiki di Ernesto Lazier di Lillianes con 5.449 chili di latte, seguita al secondo posto da Delice di Irma Pellissier con 5.364 chili, al terzo da Zara di Nadir Jordan di Valpelline con 5.356 chili e al quarto da Bijoux di Giulia Meynet di Châtillon con 5.257 chili.

Come di consueto erano presenti all’arena anche le bovine selezionate dalle Sociétés d’Elévages locali - 209 in tutto - che sono state valutate dal punto di vista morfologico nell’ambito del concorso nazionale del libro genealogico delle bovine di razza valdostana. Tra le pezzate rosse, in prima categoria ha vinto Lana di Gino Planaz di Issogne con seconda Lumière della società La Roesaz di Challand-Saint-Victor, terza Laigueglia di Alfredo Girod di Fontainemore, quarta Epouse di Renzo Ronc di Saint-Rhémy-en-Bosses e quinta Samba di Alfredo Lateltin di Gressoney-Saint-Jean. In seconda categoria successo per Noisette di Gilles Colli di Ayas con in seconda posizione Minni di Anais Colli di Ayas, in terza Melinda della società Lo Copafen di Chambave, in quarta un’altra Melinda di Attilio Yeuilla di Pollein e in quinta Neige di Mario Vicquéry di Brusson. In terza categoria si è imposta Orchidea di Emma Démoz di Challand-Saint- Victor con in seconda posizione Ortica di Bruno Perucchione di Pont-Saint-Martin, in terza Orchestra di Sorin Filer di Fontainemore, in quarta Fiocca di Marco Ronco di Issime e in quinta Crysty di Vilma Rial di Gressoney- Saint-Jean.

Tra le castane e le pezzate nere, in prima categoria il primo posto è andato a Reinon della società Frères Pinet di Issogne, che ha preceduto nell’ordine Riban di Stefania Taboni di Morgex (seconda), Diana dell’azienda Lo Tolley di Morgex (terza), Tarzan di Anselmo Chabloz di Fénis (quarta) e Hiles di Irma Pellissier (quinta). Queen di Fulvio Borbey di Pollein ha tenuto fede al suo nome classificandosi prima in seconda categoria, con al secondo posto Tiki di Ronny Vial di Nus, al terzo Bambino dell’azienda Le Foyer de reines di Doues, al quarto Tourmente di Ernesto Lazier di Lillianes e al quinto Iris di Germano Turille di Jovençan. In terza categoria, infine, prima Tulipe di Dario Bétemps di Saint-Christophe, seconda Altesse di Liliano Gratton, di Cogne, terza Flame dell’azienda Verney di Gressan, quarta Judisse di Alfredo Girod di Fontainemore e quinta Prestige di Michel Fragno di Pollein.

In edicola
Prima pagina
Archivio notizie
Maggio: 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
Abbonamento Digitale La Valléè