Dal giornale

Nel lunedì degli Allievi brilla Giorgia Collomb

Nel lunedì degli Allievi brilla Giorgia Collomb
Dal giornale 23 Gennaio 2021 ore 20:08

Dopo il gigante di Gressoney di venerdì 15, la stagione degli Allievi dello sci alpino è proseguita con il terzo appuntamento, un altro gigante, con ritorno a La Thuile dove esattamente un settimana prima era iniziata l’annata con 2 speciali. Quindi lunedì scorso, 18 gennaio, gli uomini dello Sci Club Rutor sono tornati “in pista” sulla Diretta 2, in una giornata fredda.

Alla partenza della manche iniziale (tracciatore Daniele Collomb) delle 55 ragazze, la prima emozione l’ha riservata Francine Rollet, vincitrice in gigante proprio 3 giorni prima, partita con il pettorale 2 ed uscita di scena, come aveva rischiato di fare nello slalom di domenica 10, poi concluso come quinta. “Saltata” la sciatrice di Charvensod, impressionava con un ottimo ritmo Aline Gérard, in testa in 56”77, ma la promessa di casa, Giorgia Collomb, riusciva a fare meglio, molto meglio, addirittura di 1 secondo e 27/100, con terza provvisoria la prima nello slalom inaugurale, Tatum Bieler in 57”24. Proprio sabato 10 gennaio la Collomb del Rutor - leader della prima manche - si era fatta tradire a pochi metri dal traguardo, però lunedì con una maggiore attenzione non aveva problemi a vincere nettamente, dominando pure nella seconda manche disegnata da Luca Liore: per lei 1’51”23, seconda la Bieler (a 3”25 in 1’54”48) che recuperava 90/100 alla Gérard, quarta in 1’54”91. Poi il vuoto, tanto che Emilie Zani del Chamois, che si è comportata comunque bene essendo nata, come la Collomb, nel 2006, al primo anno nella categoria, ha concluso quarta in 1’59”75, a sua volta con 2 secondi sulla quinta, la terza 2006, Giada Lunardi del Pila (2’01”78): sesta un’altra 2006 Alice Di Fiore dell’Aosta in 2’02”89, settima Christel Trèves del Mont Glacier in 2’03”34, ottava Ludovica Pallavicini del Rutor in 2’03”49, nona Alessia Marin del Valtournenche in 2’03”55 e decima Marta Benedettini del Val d’Ayas in 2’03”83.

La prima manche maschile con 64 partenti ha visto andare al comando in 56”16 prima Pablo Nicolas Russi, nono a Gressoney, poi un minuto dopo l’atteso Federico Viérin in 56”02, con terzo Pietro Orsenigo in 56”67. Nella seconda parte sciavano bene sia il gressonaro Orsenigo (56”04), che il vincitore del primo slalom Matteo Vaglio (56”12) che il secondo del gigante di Gressoney e dello slalom di La Thuile Pietro Broglio (56”12). Quando toccava a Russi per il Crammont si assisteva ad una discesa impeccabile, tanto che il suo 55”69 era piuttosto perentorio. Viérin per il Pila di Gressan non era perfetto, tuttavia superare Russi lunedì sarebbe stata un’impresa, così il suo 56”27, quarto tempo di manche, lo relegava al secondo posto in 1’52”29, con successo molto meritato di Russi in 1’51”85, peraltro anno 2006. Orsenigo manteneva il terzo posto in 1’52”71, Vaglio del Crammont era quarto in 1’53”21, quinto Broglio per il Courmayeur in 1’53”61, sesto Ilia Kostov dell’Aosta, già terzo venerdì scorso, in 1’53”97, poi settimo Didier Pigliacelli del Pila in 1’54”30, ottavo Emanuele Frau dell’Aosta in 1’56”00, nono il secondo 2006 Hervé Bieller del Crammont in 1’56”43 e decimo il terzo 2006 Peter Corbellini del Valtournenche in 1’57”03.

Grazie alle prestazioni di Tatum Bieler e Pietro Orsenigo, entrambi sul podio, lo Sci Club Gressoney Monte Rose si aggiudicava la “Coppa Comune di La Thuile” abbinata alla competizione.

In edicola
Prima pagina
Archivio notizie
Maggio: 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
Abbonamento Digitale La Valléè