Dal giornale

Meglio l’uovo consapevole dell’oggi, che la gallina incerta del domani

Dal giornale 31 Dicembre 2022 ore 21:44

Con il voto di fiducia al Senato per la Finanziaria 2023 arrivano a 21 miliardi di euro le misure destinate al sostegno di famiglie ed imprese costrette a fare fronte al recente rincaro delle risorse energetiche.

Vediamo nel dettaglio ciò che può interessare anche le famiglie valdostane, dal pellet all’agricoltura.

Per il primo trimestre del 2023 prosegue l'azzeramento degli oneri sistema e viene rafforzato il bonus sociale. Per le imprese i crediti di imposta salgono al 45 per cento per energivore e gasivore e al 35 per cento per gli esercizi commerciali. In chiave anti-inflazione l’Iva scende al 5 per cento sugli assorbenti femminili e sui prodotti per l’infanzia mentre parte il reddito alimentare.

Credito di imposta pari al 20 per cento anche per le aziende del settore agricolo: un aiuto per l’acquisto di carburante per la trazione dei mezzi, unito al beneficio dedicato all’agricoltura per le spese di gasolio e benzina usate per il riscaldamento dei fabbricati destinati agli animali.

Nel dettaglio verranno ampliati gli aiuti alle famiglie ed ai singoli cittadini in situazione di difficoltà finanziaria oppure di salute, perché la soglia Isee per l’accesso alle misure passa da 12 mila euro a 15 mila euro. Azzerati pure gli oneri di sistema in bolletta. Ridotta inoltre al 5 per cento l’Iva sulle somministrazioni di gas metano per utilizzo civile e industriale, dell’energia termica creata con gas metano e sulle forniture legate al teleriscaldamento. Sarà equiparata agli altri combustibili in commercio anche l’Iva dovuta per l’acquisto del pellet, che scenderà dal 10 al 5 per cento, restando in vigore sino alla fine dell’anno.

Sempre per chi in Valle d’Aosta si occupa di agricoltura: tornano i voucher, per le prestazioni di lavoro occasionale (con limite massimo dei compensi che sale a 10mila euro). Si estende all'anno 2023 l'esenzione ai fini IRPEF dei redditi agrari relativi ai terreni dichiarati da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali iscritti alla previdenza agricola.

E per concludere con un buon proposito per l’anno nuovo: estensione agli anni 2023 e seguenti del bonus psicologo, un percorso di consapevolezza sarebbe utile alla crescita interpersonale di ogni individuo, non solo come aiuto in caso di bisogno.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Febbraio 2023
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728