Marco Camandona in Pakistan per completare la salita senza ossigeno su tutti i 14 ottomila

Marco Camandona in Pakistan per completare la salita senza ossigeno su tutti i 14 ottomila
Pubblicato:
Aggiornato:

Marco Camandona, alpinista valdostano noto per le sue numerose spedizioni in tutto il mondo, è partito lunedì scorso, 17 giugno, per il Pakistan, con l’obiettivo di scalare i Gasherbrum I e II, nel massiccio del Karakorum. Il Gasherbrum è un gruppo montuoso localizzato nella regione nord-orientale del Baltoro. Il massiccio contiene ben 3 cime che superano gli 8.000 metri. Il nome Balti è formato dai termini “rgasha” (bellissima) e “brum” (montagna) e significa quindi “Montagna bellissima”, da cui il titolo della spedizione “The beautiful mountain”.

Questi 2 giganti montuosi, situati al confine tra il Pakistan e la Cina, sono tra le mete più ambite dagli alpinisti di tutto il mondo. Per Marco Camandona vorrebbe dire chiudere un cerchio iniziato tanti anni fa, nel 1998: scalare senza ossigeno tutte le 14 montagne del pianeta che superano gli 8.000 metri di altezza. Assieme a Marco Camandona, in spedizione, ci sono i valdostani Abele Blanc - uno dei pochi italiani ad aver scalato tutti gli ottomila - e Dante Luboz.

«Ciò che conta non sono tanto le scalate eclatanti, ma la voglia di vivere l’avventura» afferma Marco Camandona che fu introdotto all’alpinismo proprio da Abele Blanc: «Nel 1996 è stata la prima volta insieme in spedizione, oggi si va a programmare un lungo viaggio fatto di emozioni».

Marco Camandona, Abele Blanc e Dante Luboz stanno procedendo con l’avvicinamento al campo base a quota 5.100 metri lungo il ghiacciaio del Baltoro; inizierà poi una seconda fase di ascensione verso i campi alti (fase di acclimatamento). L’obiettivo è in seguito quello di concatenare il Gasherbrum 1 e 2, senza scendere al campo base, senza l’utilizzo di ossigeno supplementare e con più rapidità d’azione possibile. Le ascese alle vette sono previste tra la metà e la fine di luglio.

Il Karakorum è noto per il suo terreno complesso e le condizioni meteorologiche imprevedibili, che rendono ogni spedizione un'impresa ardua. L'obiettivo di scalare e concatenare entrambe le vette nella stessa spedizione aggiunge un ulteriore livello di difficoltà e ambizione alla missione di Camandona.

Tra il 23 e il 30 giugno 1984 Reinhold Messner e Hans Kammerlander realizzarono il primo concatenamento del Gasherbrum II e Gasherbrum I, senza passare dal campo base, senza rifornimenti di materiale e viveri preventivi e senza incontrare altri alpinisti. Si trattò del primo concatenamento in assoluto di 2 ottomila.

La spedizione “The beautiful mountain” ha il patrocinio della Regione e dell’Uvgam - Unione Valdostana Guide di Alta Montagna.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031