Maltrattamenti e violenza sessuale: finisce in cella

Pubblicato:
Aggiornato:

Gli agenti della Squadra Volante della Questura di Aosta hanno arrestato con l’accusa di maltrattamenti e violenza sessuale nei confronti della moglie un uomo di 29 anni di origini marocchine residente ad Aosta. L’uomo è inoltre accusato di maltrattamenti nei confronti della propria sorella, che viveva con la coppia, e della nipotina minorenne, oltre che di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. I fatti risalgono ai giorni scorsi. A chiamare il 112 è stata la moglie al culmine di un litigio. I poliziotti arrivati sul posto sono stati minacciati dall'uomo con un coltello. Le 2 donne e la bambina presente erano in lacrime. La moglie è stata portata in ospedale per essere medicata e ha riportato contusioni giudicate guaribili in sette giorni. La donna ha raccontato di essere arrivata in Italia con il marito 2 anni fa, e che da subito lui ha iniziato a picchiarla e vessarla. Ha detto di non poter uscire di casa e di essere obbligata a dormire per terra a fianco al letto del marito. Ha anche raccontato di essere stata costretta a un rapporto sessuale, versione confermata dalla cognata con cui si era confidata. Dalle indagini è emerso che l’uomo maltrattava anche la sorella e la nipotina.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031