Dal giornale

Luca Cagnati e Federica Barailler domano il “Baroli” a Villeneuve

Luca Cagnati e Federica Barailler domano il “Baroli” a Villeneuve
Dal giornale 11 Giugno 2022 ore 13:49

La 16esima edizione del “Baroli Climb - Lo Tor de la Becca” a Villeneuve ha visto nella serata di mercoledì scorso, 8 giugno, una partecipazione ridotta rispetto ai fasti del passato (125 concorrenti sul tracciato di 6.920 metri) anche a causa della rinuncia alla formula trail, ma comunque una firma d’autore come quella del poliziotto a Courmayeur, bellunese di Agordo, atleta del Valli Bergamasche Leffe Luca Cagnati, 11esimo domenica al Campionato Italiano e già vincitore del “Vertical K1” di Fénis alle Druges quest’anno, mentre al femminile si è imposta Federica Barailler, la mammina di La Thuile della Cogne 20esima 6 giorni fa nella gara tricolore di Gazzaniga di Bergamo.

Cagnati non ha superato il record del suo compagno di club Xavier Chevrier (29’39” nel 2016) ma ha vinto autorevolmente in 30’13” con un vantaggio di 1’24” su Alessandro Saravalle della Calvesi, appena rientrato dalla Romania dove 48 ore prima ha conquistato la medaglia di bronzo ai primi Campionati Mondiali di duathlon cross, già argento europeo ad Andalo 2021 in questa disciplina che abbina corsa e mountain bike, fresco vincitore del “Vertikal des Mineurs” di Valpelline. Terzo a 3’05” ha concluso Fabien Champretavy, figlio d’arte dell’Atletica Monterosa Fogu, e poi per il Pont Saint-Martin quarto Matteo Savin a 3’26” e quinto Mathieu Courthoud a 3’53”. Quindi sesto Andrea Dellavalle a 4’05”, settimo Mathias Trento a 4’07”, ottavo Davide Nicco a 4’09”, nono Jacopo Gregori a 4’15” e decimo Jean Xavier Villanese a 4’24”.

Tra le donne ancora una volta ad essere regina è stata Federica Barailler in 36’50” (a 52 secondi dal record del 2019 di Charlotte Bonin) davanti all’altra mammina volante di Gressan del Pont-Saint-Martin Valeria Poli seconda a 2’30”, con terza Giulia Collavo della Sant’Orso a 3’55”, quarta Marcella Pont a 7’14” e quinta l’inossidabile Caterina Delfino a soli 8 secondi dall’allevatrice e trailer di Saint-Denis che sta preparando il “Tor des Geants”. Sesta a 11’30” la moldava della Guardia di Finanza di Aosta Aosta Rodica Sorici.

Nelle categorie giovanili hanno vinto tra gli Esordienti Samuele Jean Pallais della Calvesi e Justine Imperial della Calvesi sui 1.000 metri, nei Ragazzi Fabio Stefano Pallais della Calvesi e Francesca Milani della Cogne, nei Cadetti sui 2 chilometri Etienne Mappelli della Cogne e Claire Frutaz della Sant’Orso, tra gli Allievi sulla distanza dei 5 km Etienne Verraz del Pont- Saint-Martin. Negli Juniores sul percorso lungo affermazione di Jacopo Gregori della Monterosa Fogu, nei Seniores appunto Luca Cagnati e Valeria Poli, nei Master A Matteo Savin del Pont-Saint-Martin e Federica Barailler, nei Master B Christian Joux e Caterina Delfino, tutti e 2 della Sant’Orso, nei C Ettore Champretavy della Monterosa e nei D Carlo Chabod della Sant’Orso, società che ha vinto la speciale graduatoria per club tra gli uomini e le donne.

Giovedì prossimo

a Saint-Christophe

il “Rencountro di s’alpeun”

Per il Campionato valdostano di martse a pià giovedì prossimo, 16 giugno, è in programma a Saint-Christophe la 20esima edizione del “Rencountro di s’alpeun”. La gara nel 2019 è stata vinta a tempo di record da Omar Bouamer in 27’08” e da Charlotte Bonin in 33’51”. Il percorso è di 7.700 metri e saranno in gara juniores, seniores, master A e B maschili e femminili, master C e D maschili.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Giugno 2022
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930