Dal giornale

Lo chef e musicista Joe Bastianich sotto i riflettori del Teatro Splendor

Lo chef e musicista Joe Bastianich sotto i riflettori del Teatro Splendor
Dal giornale 07 Maggio 2022 ore 13:37

Nell’ambito della Saison Culturelle oggi, sabato 7 maggio, alle 20.30, il Teatro Splendor di Aosta ospita il il concerto di Joe Bastianich & Scarlet Rivera “That’s all folk(S), A tribute to New York’s Folk And Rock Music”. Si tratta di un evento speciale dedicato a New York. I protagonisti sono il celebre chef e musicista Joe Bastianich e la leggendaria violinista di Bob Dylan Scarlet Rivera. Joe Bastianich è nato e cresciuto a New York, nel Queens. E’ follemente innamorato della sua città e al punto tale che le dedica una canzone, One City Man. La New York di Scarlet Rivera è quella vibrante e poetica del Village dei cantautori, dei poeti e della Beat Generation. Proprio in quelle strade una notte del 1974 Bob Dylan incontrò per caso Scarlet Rivera dopo aver trascorso l’intera giornata in studio a registrare le chitarre di Eric Clapton sul disco Desire. Il sound, gli assoli, i riff erano destinati a essere marchiati da uno dei più grandi e famosi chitarristi al mondo finché Dylan non decise di fare un giro in macchina in solitaria per le strade del Village e incontrare una bellissima ragazza col violino in spalla. La portò, nel cuore della notte, in studio di registrazione, mutando le chitarre di Clapton e facendole suonare tutte le parti soliste con il violino, per gioco. Sul palco con Scarlet Rivera e Joe Bastianich ci sono Alex Kid Gariazzo, cantante e chitarrista della Treves Blues Band, Paolo Ercoli al dobro, mandolino e pedal steel, Riccardo Maccabruni alla fisarmonica e al pianoforte e il cantautore Andrea Parodi Zabala. A loro si aggiunge il songwriter e attore Tim Grimm

“La Gioia”, l’ultimo spettacolo della Saison Culturelle 2022 Venerdì 13 e sabato 14 maggio, entrambe le serate con inizio alle 20.30, al Teatro Splendor di Aosta andrà in scena l’ultimo spettacolo dell’edizione 2022 della rassegna: “La Gioia”. Questa creazione di Pippo Delbono diventa un cammino verso la gioia che prosegue con il suo straordinario gruppo di attori e performers, ancor più dopo il vuoto lasciato dalla scomparsa di Bobò, fedele compagno di scena a partire dal loro incontro avvenuto nel 1995 nel manicomio di Aversa. Fare uno spettacolo sulla gioia vuol dire attraversare i sentimenti più estremi - angoscia, felicità, dolore, entusiasmo - per provare a scovare, infine, in un istante, l’esplodere di questa gioia. Ecco allora il circo, con i suoi clown e i suoi balli, il ricordo di uno sciamano che con la follia libera le anime e le malinconie di tango e grida soffocate in mezzo al pubblico. Per gli spettacoli i biglietti sono reperibili al Museo Archeologico Regionale, in piazza Roncas ad Aosta, e sul sito www.ticketone.it. I posti eventualmente disponibili vengono messi in vendita, il giorno stesso delle rappresentazioni, al botteghino del Teatro dalle 13.30.

In edicola
Prima pagina
Archivio notizie
Maggio: 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
Abbonamento Digitale La Valléè