Dal giornale

Legambiente: «Più informazione sugli alberi da abbattere per le piste ciclabili»

Legambiente: «Più informazione sugli alberi da abbattere per le piste ciclabili»
Dal giornale 29 Ottobre 2022 ore 18:30

Una delegazione di Legambiente Valle d’Aosta, il cui presidente è Denis Buttol, ha incontrato l’assessore con delega al Verde del Comune di Aosta Corrado Cometto per esprimere alcune preoccupazioni e avanzare delle richieste.

«L’attenzione si è subito appuntata sui tagli di alberi che interessano periodicamente la città e che suscitano spesso proteste e lamentele da parte dei cittadini. - si legge in una nota di Legambiente Valle d’Aosta - Laddove ci siano situazioni di criticità certificate da perizie, l’associazione ovviamente condivide la necessità di messa in sicurezza, ma è necessario venga data opportuna e preventiva informazione alla cittadinanza di questi tagli, delle ragioni per cui vengono fatti e degli eventuali progetti di reintegro del verde così impoverito».

L’assessore Corrado Cometto, riferisce l’associazione ambientalista, «Convenendo che esiste un generale problema di comunicazione tra Amministrazione e cittadini, ha precisato che, nel caso specifico di via Giorgio Elter, i tagli per far posto alla pista ciclabile, già deliberati dalla maggioranza precedente, sono stati comunicati con ritardo solo per un disguido tecnico».

Sempre in merito alle piste ciclabili, Legambiente Valle d’Aosta ha espresso all’assessore Corrado Cometto preoccupazione e contrarietà per il ventilato abbattimento di alcuni pioppi dell’area verde lungo le mura romane di via Carducci, oggetto in questi giorni di polemiche. Legambiente ritiene infatti che vi sia tutto lo spazio per far passare la ciclabile senza toccare gli alberi. «L’Assessore ci ha assicurato che si sta andando nella direzione da noi auspicata: - afferma Legambiente - non solo le piante saranno lasciate ma un secondo nuovo filare andrà ad ombreggiare la ciclabile. Entro fine anno, inoltre, verrà avviata un’importante opera di piantumazione, sia per rimpiazzare alberi abbattuti e ricomporre filari, sia per costruirne di nuovi. L’assessore ci ha parlato di circa 200 piante. Alla nostra richiesta di una programmazione di più ampio respiro sulle politiche di gestione e sulla predisposizione dello strumento del Piano del verde comunale, la risposta è stata che al più tardi entro fine dicembre si avrà l’affidamento del censimento del patrimonio arboreo del Comune, strumento senza il quale è difficile ragionare con efficacia sul futuro».

Per quanto riguarda l’appalto per il verde, attualmente biennale e prorogabile, l’assessore Corrado Cometto, in merito al controllo sulla qualità degli interventi della ditta appaltatrice di manutenzione e irrigazione, ha risposto che questo aspetto è stato considerato e appaltato a 2 direttori esecutivi del contratto. «Tutto è certamente migliorabile, - ha affermato l’assessore Corrado Cometto - ma rispetto all’Amministrazione precedente sono stati fatti già decisi cambiamenti, uno tra tutti il potenziamento dell’Ufficio comunale per il verde, che ha praticamente raddoppiato il suo organigramma. La spesa complessiva per il verde è risalita, negli ultimi anni, dai 150 ai 600mila euro, tornando quasi a livello pre-crisi economica». Legambiente Valle d’Aosta conclude: «A tanta disponibilità speriamo seguano effettivamente azioni concrete in modo da poter parlare, al prossimo incontro, di risultati e di nuovi obiettivi».

Gli alberi abbattuti in via Lexert e, a sinistra, l’assessore Corrado Cometto

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Dicembre 2022
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031