Dal giornale

“La sinistra italiana e gli ebrei” Conferenza venerdì 22 gennaio

Dal giornale 16 Gennaio 2021 ore 14:02

Venerdì prossimo, 22 gennaio, alle 21, la Biblioteca regionale “Bruno Salvadori” di Aosta ospiterà la conferenza online della professoressa Alessandra Tarquini, che presenterà il suo libro “La sinistra italiana e gli ebrei”. L’evento, che si colloca nel quadro delle manifestazioni in occasione della Giornata della Memoria, è organizzato in collaborazione con l’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in Valle d’Aosta e si svolgerà in forma di dialogo fra la professoressa Alessandra Tarquini e il professor Paolo Momigliano Levi. L’opera di Alessandra Tarquini ricostruisce i rapporti fra la sinistra italiana e gli ebrei, dal 1892, quando nacque il Partito socialista, alla crisi della cosiddetta prima Repubblica. I protagonisti sono le donne e gli uomini che, in nome del socialismo di matrice marxista, aderirono ad alcune delle più importanti organizzazioni di massa del Novecento. E gli interrogativi a cui l’autrice cerca di rispondere sono i seguenti: chi sono stati e chi sono gli ebrei per i socialisti? Sono oppressi, e quindi insieme a tutti gli sfruttati del mondo partecipano alla lotta per l’avvento di una nuova civiltà, oppure ostacolano la realizzazione del socialismo? Accanto alla storia dei partiti, nella trattazione hanno ampio spazio gli intellettuali che vissero a stretto contatto con la politica. Da questo punto di vista, la rappresentazione dell’antisemitismo, del sionismo e del conflitto arabo-israeliano, negli scritti degli storici, dei filosofi e dei sociologi, ma anche nel cinema, nei romanzi e nella produzione della cultura di massa, aiuta ad approfondire la ragione delle scelte politiche. Nell’arco di un secolo, a delinearsi è una storia di relativa sottovalutazione della questione ebraica.

Alessandra Tarquini insegna Storia contemporanea alla Sapienza Università di Roma. Con il Mulino ha pubblicato “Il Gentile dei fascisti. Gentiliani e antigentiliani nel regime fascista” (2009), “Storia della cultura fascista” (ed. 20162) e ha curato il “Carteggio Croce-Tilgher” (2004).

Paolo Momigliano Levi è stato docente di Lettere italiane e Storia ed è attualmente ricercatore dell'Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in Valle d’Aosta; ha recentemente pubblicato il saggio “Passaggi. Ebrei in Valle d’Aosta”.

Per seguire la conferenza, è sufficiente collegarsi al portale del Sistema Bibliotecario Valdostano https://biblio.regione.vda.it.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Settembre 2022
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930