Dal giornale

La Sfom cambia musica con la rassegna “Disseminazioni”

La Sfom cambia musica con la rassegna “Disseminazioni”
Dal giornale 30 Aprile 2022 ore 10:58

Sono “Disseminazioni” i concerti di Cambio musica, la rassegna proposta dalla Sfom, che al legame con gli Assessorati regionali della Cultura e all’istruzione aggiunge nuove collaborazioni, prima fra tutte quella con gli alpini. In occasione dei 150 anni dalla fondazione delle Truppe Alpine, fra gli ambienti che ospiteranno i concerti ci saranno anche l’Auditorium della Caserma Cesare Battisti ad Aosta e il rocciodromo del Castello Cantore. Dinamismo, mutevolezza, metamorfosi sono le parole che spiegano il titolo. «Le disseminazioni implicano la presenza nei luoghi e per i luoghi, farli risuonare in maniera adeguata e creativa. - è stato detto durante la conferenza stampa di presentazione convocata martedì 26 aprile nella sede della Fondazione Maria Ida Viglino ad Aosta - La rassegna 2022 di Cambio Musica, alla sua 19esima edizione, si propone come un inno alla crescita lenta, alle promesse da mantenere, al dovere della cura per tutti i semi».

Il programma

I concerti si sviluppano su più giorni, alternati a laboratori e ad eventi. Si comincia venerdì 6 maggio nell’area verde Le Iles di Gressan con l’atelier “Il disadattato e la sua orchestra” che si ripete sabato 7 e chiude con il concerto alle 21, e con la marching band per le vie di Aosta di domenica 8 alle 11. Al Castello Cantore, domenica 15 alle 11 è previsto il concerto del Coro Canto Leggero. Si tornerà in centro città per il workshop organistico di Alessio Coorti mercoledì 18 e giovedì 19 in Cattedrale e poi nella Chiesa di Santa Croce, dove alle 18 di venerdì 20 si terrà un concerto di musica sacra. Si passerà al folk dei Thar Na Mara sabato 21, alle 18, al Castello Cantore, e poi al “John Williams Tribute” di domenica 22, alle 15, al Cinéma-Théâtre de la Ville di Aosta. L’ensemble di musica antica di Luca Taccardi proporrà “Musici migranti per 1 giorno”, martedì 24, alle 18, a Santa Croce. Invece venerdì 27, alle 21, il compositore e polistrumentista Enrico Gabrielli proporrà il progetto “Indagine su una musica al di sopra di ogni sospetto”: all’auditorium di Aymavilles, il gruppo Combo Jazz aprirà la serata che vedrà protagonisti la Sfom Jazz Orchestra e il Lab Rock. Sabato 28, alle 18, si torna al Castello Cantore per “Otello di Shakespeare” nella versione dei Tournée da bar e l’ensemble di musica antica Sfom. “Giro, giro il mondo” si terrà venerdì 27, sabato 28 e domenica 29 maggio in un campus residenziale ad Arvier, dove l’esperienza si chiuderà in concerto nel Salone polivalente alle 18 della domenica. La Sfom StringBand è invece protagonista dello “String Pride” di venerdì 3 giugno, alle 18, al Castello Cantore. Si cambierà ritmo sabato 4 giugno, stesso posto e stessa ora, con “Percussioni a confronto dall’accademia al rito tribale” mentre venerdì 10 giugno, alle 21, nell’auditorium della Caserma Battisti le “Voci alpine” racconteranno pensieri, aneddoti, lettere e ricordi di un alpino e celebreranno i 150 anni delle Truppe Alpine, con il commento musicale dei pianisti della Sfom. Saranno “Arcate libere” quelle proposte dalle classi di archi della Sfom sabato 11 giugno, alle 21, sempre alla Battisti, mentre la Taxi Orchestra, insieme ad Andrea Carlotto, sabato 18 giugno, alle 21, disegnerà “Meravigliose luci” al Castello Cantore.

In edicola
Prima pagina
Archivio notizie
Maggio: 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
Abbonamento Digitale La Valléè