Dal giornale

La Salle, opposizione all’attacco in Consiglio comunale sul ponte di Lenteney e sulla viabilità nel centro storico

La Salle, opposizione all’attacco in Consiglio comunale sul ponte di Lenteney e sulla viabilità nel centro storico
Dal giornale 01 Maggio 2021 ore 15:27

Si è parlato di viabilità, di accesso al centro storico, di vulnerabilità sismica degli edifici scolastici ma soprattutto dei lavori al ponte di Lenteney, tema sul quale maggioranza e opposizione si sono decisamente spaccate. Tanta la “carne al fuoco” durante l’ultimo Consiglio comunale di La Salle - durato oltre tre ore - che si è svolto martedì scorso, 27 aprile.

Un’interpellanza presentata congiuntamente dai due gruppi di opposizione - Franco Ottoz, Agnese Porchiola e Antonio Chiarella da una parte, Eliseo Lumignon dall’altra - ha riportato alla luce una vecchia questione, quella dell’accesso a Lenteney, dove si trovano una mini zona industriale e un agriturismo. Lo spunto per Franco Ottoz è stata la recente perizia sul ponte fatta eseguire dalla Giunta di Loris Salice: “Temiamo che futuri lavori al ponte blocchino per mesi, se non per anni, la viabilità in un punto strategico. Sarebbe stato meglio proseguire con il progetto ipotizzato in passato, e già finanziato, che prevede il collegamento tra la strada comunale di Derby e la strada di Chez Les Gontier, sulla destra orografica della Dora Baltea. Senza considerare i costi enormi a cui si andrebbe incontro nel caso in cui si dovesse intervenire sul ponte”.

Dettagliata la replica del sindaco Loris Salice, che ha parlato di una progettazione confusa eseguita negli anni tra il 2005 ed il 2010: “La progettazione approvata unicamente allo stadio preliminare del tratto Derby-Chez les Gontier è rimasta nei cassetti dal 2007 e non è stata presa in considerazione neppure dall’Amministrazione precedente, di cui alcuni interpellanti hanno fatto parte ricoprendo anche cariche assessorili. Pertanto la possibilità di risolvere anzitempo la problematica di viabilità alternativa, come la minoranza pretende di fare ora, c’è stata. Rigettare l’inerzia di allora sull’attuale Amministrazione per “risolvere l’impellente problema della viabilità” non mi pare essere la via migliore di affrontare il problema”.

Un’interpellanza sulla vulnerabilità sismica degli edifici comunali è stata invece illustrata dal consigliere Agnese Porchiola. “La cifra di un milione di euro da spendere solo per la scuola primaria e l’asilo nido sembra esagerata. Ci chiediamo quali sono gli altri edifici che potrebbero necessitare di interventi simili”. Ha risposto l’assessore all’Educazione Silvia Lugano, che ha spiegato la scelta di concentrarsi sul plesso scolastico del capoluogo che con tutta probabilità sarà quello destinato nei prossimi anni ad accogliere anche i bambini che attualmente frequentano la materna a Derby. “Altri edifici da adeguare non ve ne sono, a parte Maison Gerbollier che ospita il Municipio ma dove non vi sono problemi imminenti”.

Polemica accesa anche sulla viabilità del centro storico: sempre Agnese Porchiola ha parlato di “Indicazioni confuse, cartelli provvisori e di dieci ordinanze in cinque anni che disorientano turisti e residenti. Per non parlare dei divieti, chi viene in paese è penalizzato rispetto ad altre località turistiche. Un turista che viene a La Salle cosa trova?”, ha detto l’esponente di minoranza. “Occorre pensare a una seria riqualificazione del centro con un progetto di arredo urbano: i sallereins si son stancati di avere un paese che non esiste, dove mancano cestini della spazzatura e panchine. - ha rincarato la dose Eliseo Lumignon - Occorre pensare pure alla gente che qui ci vive, c’è un’idea di abbandono che è desolante. Inoltre è fondamentale ascoltare le opinioni di chi gestisce le attività commerciali”.

“Abbiamo sempre cercato di valorizzare il centro storico e di renderlo più accogliente, perché questo è il nostro vero biglietto da vista. - ha replicato il sindaco Loris Salice - Già negli anni passati si fece la scelta del parcheggio pluripiano per svuotare le vie del centro dalle auto, crediamo ancora oggi che la strada da percorrere sia quella della eco-sostenibilità”.

In edicola
Prima pagina
Archivio notizie
Maggio: 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
Abbonamento Digitale La Valléè