Dal giornale

“La rinascita a colori”: le opere degli studenti abbelliscono il percorso verso le scuole di Nus

“La rinascita a colori”: le opere degli studenti abbelliscono il percorso verso le scuole di Nus
Dal giornale 28 Maggio 2022 ore 01:01

Creatività e impegno sono gli ingredienti che hanno reso possibile il progetto “La rinascita a colori”, installazione permanente nata dalla collaborazione tra la società Edileco, l’imprenditore Paolo Contoz e gli alunni dell’Istituzione Scolastica Monte Emilius 1. Il progetto è nato con l’obiettivo di decorare la facciata nord di un edificio di proprietà della famiglia Contoz, in disuso da tempo ed ora riqualificato dalla cooperativa Edileco con la costruzione di cinque nuove e moderne abitazioni in classe energetica A4, adiacenti al passaggio pedonale che porta alle scuole di Nus e che gli alunni percorrono ogni giorno.

Per valorizzare al meglio questo luogo è stato indetto un concorso in cui è stato chiesto agli alunni delle classi terze di realizzare una serie di opere d’arte sul tema “La rinascita a colori”, ovvero immaginare la loro idea di rinascita dopo il periodo della pandemia al fine di lavorare su uno spunto di riflessione interessante.

La parete destinata a ospitare l’installazione permanente, lunga 24 metri, è stata suddivisa già in fase di progettazione in 9 box di grandi dimensioni su cui è stato effettuato il posizionamento di 9 pannelli in plexiglass retroilluminati.

A seguito di un’attenta selezione, sono stati decretati 3 vincitori, un alunno per ogni sezione che, per motivi diversi, si sono distinti per aver rappresentato con impegno, emozione ed attenzione il tema proposto: Francesco Brunod per la classe 3ª A, Aurora Scarpone di Saint-Marcel per la 3ª B ed Anny Piellier, di Fénis per la 3ª C. Tre pannelli sono stati quindi interamente dedicati alle opere vincitrici; i restanti, ad esclusione del primo che ha l’obiettivo di illustrare il progetto, sono dei collage assemblati con cura dal graphic designer Nicola Cerquetti. L’obiettivo è stato premiare tutti gli studenti che hanno partecipato al concorso, prendendo delle piccole parti di ogni opera per fare in modo che le storie di ciascun alunno si mescolassero tra loro per crearne una ancora più bella e ricca.

Oltre alla fornitura e all’installazione dei pannelli offerta da Edileco, la partecipazione al concorso è stata premiata con nuova strumentazione informatica per il laboratorio multimediale donata dalla famiglia Contoz.

La mostra permanente è stata inaugurata mercoledì scorso, 25 maggio, alla presenza dei Sindaci di Nus Camillo Rosset, di Fénis Mattia Nicoletta e di Saint-Marcel Andrea Bionaz, dell’Assessora all’Istruzione di Nus Edda Carlon, della dirigente dell’Istituzione Scolastica Monte Emilius 1 Antonella Dallou, dei rappresentanti di Edileco e di Paolo Contoz.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Giugno: 2022
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930