Dal giornale

La pista ciclabile della Bassa Valle sarà tra Donnas e Pont Fabio Marra: “Il progetto originale doveva arrivare a Hône”

Dal giornale 02 Gennaio 2021 ore 17:29

Un sogno di molti ciclisti e amanti dello sport all’aria aperta dovrebbe essere presto realizzato. La pista ciclabile della Bassa Valle vedrà la luce nei mesi a venire con un costo che ammonta a 1 milione 232mila euro. L’approvazione del progetto e la modifica di una convenzione relativa all’opera sono stati al centro delle ultime sedute consiliari di Donnas e di Pont-Saint-Martin, che si sono tenute rispettivamente martedì 29 e mercoledì 30 dicembre. Si trattava di modificare il documento sottoscritto in data 10 maggio 2018 tra Pont-Saint-Martin, Donnas e Hône, eliminando dall’accordo i Comuni di Hône e di Bard a causa dei problemi sorti per il collegamento nel tratto in questione. Il progetto era inserito nei Fondi Strutturali della “Area Interna Bassa Valle” del 2018. L'obiettivo del progetto, come recita la relazione illustrativa, era quello di «realizzare una pista ciclabile di collegamento tra i Comuni di Pont-Saint-Martin, Donnas e Hône attraverso il potenziamento di tratti della rete ciclopedonale già presente nei 3 Comuni. Migliorare l’accessibilità tra Comuni che possiedono una forte integrazione di servizi, di attività produttive e, nel raggio di qualche centinaio di metri, di un ragguardevole numero di punti e siti d'interesse culturale e naturalistico. Un percorso adatto, pertanto, sia ai residenti, per gli spostamenti sistematici ed occasionali, sia ai turisti, per l'accesso a zone di pregio e ai servizi».

Il percorso ciclabile avrebbe dovuto essere integrato con tratti secondari di raccordo a mete e servizi posti nei Comuni di Pont-Saint-Martin e Donnas, per una lunghezza complessiva di 6 chilometri. A Donnas, dopo una lunga discussione, la modifica che vedeva il Comune di Hône uscire dalla convezione con Donnas e Pont-Saint-Martin è stata approvata con i soli voti favorevoli della maggioranza e con una minoranza che si è detta contraria. «Questo progetto di fattibilità è una buona sintesi tra quanto si sarebbe voluto fare e quanto ci è consentito realizzare, tenendo conto dei soldi a disposizione e delle difficoltà innegabili che un territorio come il nostro presenta» ha detto il sindaco Amedeo Follioley, dopo aver fatto una dettagliata cronistoria.

«Si sarebbe potuto fare di più, avremmo dovuto essere coinvolti maggiormente nelle scelte e nelle valutazioni» dichiara il consigliere di minoranza Fabio Marra. La risposta è arrivata dall’assessore Maurizio Pitti: «Come Amministrazione abbiamo la volontà politica e siamo determinati alla realizzazione della ciclabile. Non sarà la ciclabile dei sogni ma è sicuramente un ottimo compromesso tra tutte le varie istanze. Con i “si sarebbe potuto fare…” non si va da nessuna parte».

«A Donnas verrà realizzato ex novo, meno di un chilometro. - spiega Fabio Marra motivando la contrarietà del suo gruppo - Nei restanti 3 chilometri si prevede di sostituire la segnaletica esistente e si continuerà a viaggiare su strade con traffico promiscuo auto/bici/pedoni. Un intervento di sistemazione necessario, ma di molto inferiore rispetto alle attese e ai bisogni della cittadinanza che non vedrà risolto il problema di poter avere un collegamento in sicurezza con Hône e Quincinetto. La montagna dopo 6 anni ha partorito il topolino». «Noi eravamo partiti, circa 10 anni fa, con un progetto che doveva unire tutti i Comuni della Bassa Valle e dell’Alto Canavese, con una rete di piste ciclabili interconnesse, utilizzando strade sia ad uso agricolo che ripristinando antichi itinerari, quali la passerella che da Pramotton portava a Quincinetto ed una stradina che da Outrefer di Donnas andava sino a Beauviermoz di Hône. - continua Fabio Marra - Nel 2014, il gruppo consiliare di maggioranza Uvp, composto da me e da Francesco Maolet, vedeva approvata dal Consiglio comunale la propria idea progettuale, ossia di collegare Donnas, attraverso una pista ciclabile, ai territori di Hône e Quincinetto. Votiamo contro la decisione di abbandonare il progetto originale che prevedeva la realizzazione del collegamento con Hône».

Mercoledì 30 dicembre è toccato quindi al Consiglio comunale di Pont-Saint-Martin di trattare l’argomento. La modifica della convenzione e il progetto della pista ciclabile sono stati approvati all’unanimità.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Novembre 2022
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930