Dal giornale

La Fiaccola della Pace con la Staffetta Alpina

La Fiaccola della Pace con la Staffetta Alpina
Dal giornale 18 Giugno 2022 ore 05:41

È passata anche ad Aosta la Staffetta Alpina con la Fiaccola della Pace che, partita da Ventimiglia lunedì scorso, 6 giugno, giungerà a Trieste sabato 2 luglio dopo aver percorso 1.500 chilometri. La staffetta tocca i luoghi di origine del Corpo degli Alpini, del quale nel 2022 ricorre il 150esimo anniversario della fondazione, ed è arrivata ad Aosta nel pomeriggio di sabato 11 giugno dopo che a Ivrea, alla presenza del sindaco Stefano Sertoli, la brigata alpina Taurinense ha ceduto il testimone al Centro Addestramento Alpino di Aosta, con la consegna della fiaccola da parte del generale Nicola Piasente al parigrado Marcello Orsi, a capo di quella che era conosciuta da molti come Scuola Militare Alpina. I corridori di Aosta con in testa il tenente colonnello Valerio Stella, comandante dell’omonimo battaglione e figlio d’arte - suo padre Roberto da capitano vinse il prestigioso trofeo Mezzalama e partecipò alla spedizione militare dell’allora Scuola Militare Alpina che conquistò l’Everest nel 1973 - hanno così intrapreso il tratto verso la loro città. Il drappello di 32 persone - di cui hanno fatto parte anche elementi della Sezione valdostana dell’Ana - è passato prima per l’area di addestramento di Pollein, per poi tributare l’omaggio al monumento al soldato valdostano in piazza Chanoux ad Aosta e terminare la prima parte del segmento nella caserma Cesare Battisti, sede del reggimento addestrativo che forma tutte le nuove leve degli alpini in armi. All’interno della Battisti la saffetta è stata accolta dal coro Montecervino dell’Ana e dall’ensemble della Scuola di formazione e orientamento musicale di Aosta, che hanno intonato l’inno di Mameli, cantato insieme dai corridori, la maggior parte dei quali allievi del modulo integrato delle Truppe Alpine dell’Esercito, che hanno corso assieme ai “veci” dell’Ana. Il giorno dopo, domenica, la Valle d’Aosta è stata lo sfondo della prima parte della settima tappa diretta a Biella, con partenza dal Castello Cantore e arrivo al Forte Bard, passando per Saint-Christophe, Perloz e Donnas. I luoghi scelti quali tappe della staffetta hanno una motivazione prettamente storica e legata idealmente alla tradizione alpina. Nel 1872, il 15 ottobre, a Napoli per Regio decreto veniva firmato lo statuto per la creazione di 15 prime compagnie alpine tra le quali quella di Aosta e Bard. Nessun particolare protagonista in questa staffetta se non i valori alpini racchiusi simbolicamente in una torcia. La staffetta, presentata a fine maggio a Bassano del Grappa e partita il 6 giugno da Ventimiglia, raggiungerà Trieste il 2 luglio percorrendo in totale 1500 km e toccando ben 24 tappe dalla forte tradizione Alpina.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Giugno 2022
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930