Dal giornale

La clinica di Saint-Pierre non accoglierà pazienti positivi per un mese

La clinica di Saint-Pierre non accoglierà pazienti positivi per un mese
Dal giornale 02 Gennaio 2021 ore 16:16

Con una nota inviata all’Assessorato della Sanità, Salute e Politiche sociali e all’Azienda Usl della Valle d’Aosta mercoledì 30 dicembre, l’Istituto Clinico ICV-ISAV ha manifestato la disponibilità a garantire l’assistenza sanitaria ai 33 pazienti Covid attualmente ricoverati presso la struttura di Saint-Pierre fino alle loro dimissioni. Da ieri, venerdì 1° gennaio, perciò la clinica di Saint-Pierre non i riceve nuovi pazienti positivi, «Una scelta fatta per consentire il recupero psico-fisico dei propri dipendenti» viene precisato. «La struttura rimane comunque a disposizione - evidenzia la Regione - per un’eventuale e futura valutazione volta a riattivare il “Reparto Covid 35 posti letto”, in un periodo ipotizzato da lunedì 1° febbraio a lunedì 15 marzo qualora l’Rt in Valle d’Aosta dovesse risalire attestandosi oltre la soglia di 1,3». Preso atto delle decisioni assunte dall’Istituto Clinico ICV-ISAV di Saint-Pierre, la Direzione strategica dell’Azienda Usl Valle d’Aosta, in accordo con l’Assessorato regionale della Sanità, ha provveduto a mettere in atto tutte le disposizioni necessarie per garantire le dimissioni dei pazienti positivi Covid in via di guarigione dai reparti dell’Ospedale “Umberto Parini”, secondo un ordine di priorità ben definito. Precedenza verrà data all’impiego dell’ospedale da campo dell’Esercito all’Espace Aosta fino ad un massimo di 20 posti, a seguire la Struttura residenziale di Variney - che da ieri, venerdì 1° gennaio, è stata convertita in struttura sanitaria con 33 posti letto - ed infine, nell’eventualità di un aumento ulteriore di pazienti, saranno utilizzati 20 posti letto della struttura J.B. Festaz, spazi messi a disposizione attraverso la riconversione parziale delle Residenze sanitarie assistenziali e delle Unità di assistenza prolungata. Questi interventi garantiranno di compensare la sospensione degli inserimenti prevista da ISAV per tutto il mese di gennaio.

Un prefabbricato con 10 posti per la terapia intensiva

nelle aree interne dell’Ospedale regionale “Umberto Parini”

Una struttura con moduli prefabbricati, da adibire alla cura in terapia intensiva di pazienti affetti da Coronavirus, completa di tutti gli ambienti, gli arredi e le attrezzature medicali e impiantistiche idonee. E' l'intervento, di cui la Giunta regionale della Valle d'Aosta ha preso atto, da realizzare a seguito di un'iniziativa del Commissario straordinario per l'attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell'emergenza epidemiologica Covid-19 Domenico Arcuri. E' previsto che la struttura, da 10 posti letto di terapia intensiva, sia collocata nei prossimi mesi nelle aree all'interno del perimetro dell’Ospedale regionale “Umberto Parini” di Aosta.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Agosto 2022
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031