Dal giornale

Jovençan: battibecchi su panchine multifunzionali, trasmissione delle sedute e taglio di un salice

Dal giornale 02 Gennaio 2021 ore 07:43

Si è tornati a parlare delle panchine per la ricarica delle e-bike durante il Consiglio comunale di Jovençan di martedì scorso, 29 dicembre. Già durante la seduta dello scorso mese di ottobre la minoranza aveva criticato la scelta di acquistare 4 panchine, ritenendone sufficienti 2, con il sindaco Riccardo Desaymonet che aveva replicato che la spesa è coperta da un contributo statale da 19.330 euro. Attraverso un’interpellanza, il gruppo di minoranza guidato dall’ex sindaca Vally Lucianaz ha ora chiesto sulla base di quali motivazioni sia stato deciso che 3 delle panchine multifunzionali per la ricarica di biciclette saranno collocate nel centro del paese, a breve distanza l’una dall’altra. Il Sindaco ha risposto che la scelta di posizionamento è stata effettuata nell’ottica della copertura del territorio e della promozione della mobilità sostenibile. Per quanto riguarda quella di località Jobel, Riccardo Desaymonet ha chiarito che essa sarà posta nei pressi della scuola, una volta concluso il cantiere. L’assessore Maurizio Cerva ha specificato che l’ubicazione delle panchine potrà comunque essere modificata.

Attraverso un’altra interpellanza la minoranza ha ricordato che, durante il Consiglio comunale di giovedì 29 ottobre, una persona era stata allontanata dalla sala prima dell’inizio, pur trattandosi di seduta pubblica. Sono state dunque chieste le motivazioni della decisione e cosa si intenda fare per garantire il rispetto del regolamento sulla pubblicità dei Consigli comunali. Il sindaco Riccardo Desaymonet ha risposto che l’allontanamento è stato motivato dall’emergenza epidemiologica. Per dare pubblicità alle sedute, la Giunta ha deciso di trasmetterle in diretta su Facebook. Il consigliere Augusto Saltarelli si è detto dispiaciuto perché avrebbe voluto sedute pubbliche trasmesse in streaming per il pubblico e non sui social, perché non necessariamente tutte le persone che vorrebbero seguire i lavori consiliari hanno un account Facebook. L’assessore Maurizio Cerva e la consigliere Michelle Bionaz hanno affermato che la cautela, in queste circostanze, è indispensabile. «Preferisco anch’io le riunioni in presenza - ha concluso il sindaco Riccardo Desaymonet - ma queste sono le limitazioni imposte dal periodo».

Una mozione era infine dedicata all’ipotesi del taglio del salice piangente nel parco giochi di Pompiod. La richiesta era di accertarne le effettive condizioni di stabilità prima di procedere al taglio. «L’albero non presenta problemi di stabilità - ha risposto il Sindaco - ma genera problemi alla pulizia dell’area con la copiosa caduta di foglie. Per il momento è stata fatta una potatura e si deciderà in maniera definitiva sul taglio dopo aver esaminato la proposta progettuale per l’allestimento di un gazebo». Augusto Saltarelli ha domandato se siano stati consultati i fruitori del parco, che sembrano apprezzare l’ombra generata dalla pianta. Il consigliere Matteo Guichardaz ha replicato che sono stati i fruitori a mettere in dubbio l’opportunità di conservare la pianta: pericolosa perché i bambini possono arrampicarsi e perché ospita periodicamente nidi di vespe. La mozione è stata respinta con il voto contrario della maggioranza.

Il Consiglio comunale ha infine approvato la progettazione e la proposta di un project financing per l’affidamento in concessione del servizio di illuminazione pubblica e dei “servizi smart” a valore aggiunto. La proposta, presentata il 12 marzo e avente una durata di 25 anni, ha ricevuto valutazione positiva dall’ente sotto il profilo tecnico ed economico ed è stata considerata di pubblico interesse. La proposta sarà dunque messa a bando.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Agosto 2022
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031