In montagna con il proprio cane Escursioni consapevoli a 6 zampe

In montagna con il proprio cane Escursioni consapevoli a 6 zampe
Pubblicato:
Aggiornato:

Francesco Scagliotti, 43 anni, di Sarre, sta proponendo un’innovativa e stimolante iniziativa per gli amanti della natura e dei cani. Con una specifica preparazione in seguito alla sua formazione come educatore cinofilo e operatore di zooantropologia didattica - nonché istruttore di ricerca olfattiva ludica, fondatore di “Giochi di Naso” e socio professionista di “Armonie Animali” - vuole fare conoscere le possibilità anche insospettate delle escursioni consapevoli a 6 zampe, cioè sperimentate insieme al proprio cane. Inoltre ha organizzato la prima edizione del percorso online intitolato “Affrontare con consapevolezza la montagna con il cane” che sarà articolato in 4 serate su piattaforma Zoom i mercoledì 19 e 26 giugno e 3 e 10 luglio, sempre dalle 20 alle 22. Relatori - oltre allo stesso Francesco Scagliotti che parlerà di preparazione dell’escursione - saranno la guida escursionistica Roberto Giunta, il membro del Corpo di sorveglianza del Parco del Gran Paradiso e addestratore cinofilo Enci Dario De Siena - che illustrerà un argomento sempre più attuale e cioè la presenza del lupo e in particolare dei cani da guardiania all’interno del Parco del Gran Paradiso ma anche su tutto l’arco alpino con l’obbiettivo di capire come bisognerebbe comportarsi se si incontrasse sul proprio cammino un lupo o nell’attraversare un alpeggio con presenza di cani da guardiania - e Daniela Montesion, consulente nella relazione uomo-animale, medico veterinario e operatore olistico. «Il corso online - sottolinea Francesco Scagliotti - vuole essere un momento di formazione, informazione e di confronto, in cui cercheremo di capire come preparare ed affrontare serenamente la passeggiata insieme al nostro compagno a 4 zampe, ma anche imparare ad affrontare piccole emergenze che possano verificarsi».

«La bella stagione è arrivata e ritorna la voglia di fare passeggiate più lunghe o escursioni in montagna assieme al compagno a 4 zampe che vive con noi. - spiega Francesco Scagliotti - Mi piace chiamarle passeggiate ed escursioni consapevoli a 6 zampe e queste sono una delle attività che propongo alle famiglie che mi contatteranno, residenti o perché magari in vacanza qui in Valle d’Aosta. Quando stiamo per imboccare un sentiero di montagna in quel momento siamo “ospiti” di quei luoghi e non dobbiamo mai dimenticare che i veri abitanti sono gli animali selvatici (camosci, stambecchi, caprioli, picchi, scoiattoli, marmotte, volpi) e le piante che incontriamo lungo il cammino, quindi è importante rispettare la segnaletica, orizzontale e verticale perché, se ci allontanassimo da quella traccia, non solo andremmo a disturbare gli animali selvatici ma rovineremmo, calpestandole, tutte quelle piante che compongono il sottobosco. La montagna in estate è vissuta anche dai pastori che, assieme alle loro mandrie, salgono in alpeggio per svolgere il loro lavoro. Qui in Valle d’Aosta già da qualche anno i pastori, durante il periodo estivo, sono accompagnati dai cani da guardiania che daranno loro una mano a proteggere mucche e pecore dai potenziali attacchi del lupo. Dovremo, quindi, prestare particolare attenzione se all’imbocco di un sentiero troveremo un cartello che ci informa che lungo il cammino troveremo alpeggi ove siano presenti cani da guardiana e quali comportamenti dovremo adottare. Un altro aspetto al quale dovremo fare attenzione è raccogliere le feci del compagno a 4 zampe, non solo come gesto di educazione e civiltà, ma soprattutto perché le feci dei cani sono portatrici di molte pericolose patologie per la fauna selvatica che possono portare alla mortalità di tassi, faine, volpi e lupi».

«Un altro aspetto importante durante un’escursione in montagna è la libertà del cane, ossia se lasciarlo libero dal guinzaglio. - prosegue Francesco Scagliotti - Sempre senza perdere di vista il fatto che in quel momento siamo ospiti dei luoghi che visitiamo, sono tanti gli elementi da tenere in considerazione. Uno tra tutti è quello che i cani, circolando liberamente per un bosco o su un sentiero di montagna, possono essere una fonte di disturbo diretto della fauna selvatica con inseguimenti e tentativi di cattura che sarebbero fonte di forte stress. Sono sempre di più le persone che si recano in montagna per una passeggiata accompagnati da un cane e persone che magari hanno paura dei cani; ci saranno anche coloro che utilizzeranno le mountain bike, quindi, dovremmo considerare, per una corretta convivenza, anche questi fattori prima di poterlo lasciare libero dal guinzaglio. Le escursioni consapevoli a 6 zampe sono anche utili per comprendere come comunicare e in maniera corretta con il compagno a 4 zampe».

Per altre informazioni sulle escursioni consapevoli a 6 zampe si può contattare il 347 1723746 o inviare una mail ad info@ricercaolfattiva.com. Per avere, invece, le informazioni concernenti il percorso online si può collegarsi al link https://www.armonieanimali.com/prodotto/escursioni-a-6-zampe/.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031