“In forte crescita la richiesta di cure palliative” Nel 2023 ricoverati all’Hospice 156 pazienti

Pubblicato:
Aggiornato:

Nel 2023 i pazienti ricoverati in Hospice sono stati 156. Nello stesso anno in ospedale e a domicilio sono state svolte 339 prime consulenze di cure palliative e 651 visite domiciliari dei pazienti presi in carico. Sono i dati forniti dall’Usl in occasione della Giornata nazionale del Sollievo che ricorre domani, domenica 26 maggio, promossa dal Ministero della Salute, dalla Conferenza delle Regioni e dalla Fondazione “Gigi Ghirotti”. L’evento promuove la cultura del sollievo dalla sofferenza fisica e morale, soprattutto in favore di coloro che sono in procinto di terminare il proprio percorso di vita a causa della malattia.

All’Ospedale Beauregard di Aosta sono attivi 2 centri specifici: la Struttura semplice dipartimentale Terapia del dolore, per il trattamento del dolore cronico, e la Struttura semplice Cure Palliative - Hospice. In Valle d’Aosta le cure palliative sono nate nel 1991, con l’assistenza domiciliare della Lilt; dal 2006 il servizio è inserito all’interno del Sistema sanitario pubblico. Nel corso dei quasi 2 decenni successivi le cure palliative si sono sviluppate in modo integrale su tutto il territorio regionale con gestione unitaria e integrata, garantendo l’avvio o la prosecuzione di percorsi di sollievo dal dolore a domicilio, in struttura e nelle Rsa regionali. A partire dal 2016 l’attività si è estesa a tutte le patologie incurabili ed evolutive e non più soltanto all’ambito oncologico.

«La richiesta e il fabbisogno di cure palliative sono in forte crescita su tutto il territorio regionale, in particolare nell’ambito non oncologico. - spiega il responsabile dell’Hospice Aurelio Giacomo Viale - Il sollievo della sofferenza, inteso sia come controllo dei sintomi invalidanti, sia come l’affrontare problemi psicologici, sociali e spirituali dei malati terminali e delle loro famiglie, è una priorità assoluta».

La Struttura di Terapia del dolore, che si occupa principalmente del trattamento del dolore cronico, eroga prestazioni antalgiche di secondo livello ed è Centro di riferimento formativo nazionale e internazionale per diverse tecniche mininvasive. «L’attività ambulatoriale ha registrato una ripresa significativa. - sottolinea il dottor Lorenzo Pasquariello, responsabile del centro - come pure l’attività di Day Hospital dove abbiamo eseguito 1.091 interventi nel 2023. L’attività ambulatoriale è aumentata, nel 2023 rispetto all’anno precedente, del 4,15 per cento, pari in termini assoluti a 5.997 prestazioni contro le 5.758 del 2022. Questo risultato è stato ottenuto potenziando alcune agende. L’incremento delle attività è legato anche al fatto di essere il Centro regionale di riferimento per la diagnosi e cura della Fibromialgia oltre che dispensatori per i residenti delle terapie a base di cannabis medica».

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031