Dal giornale

Il valsesiano Nicolò Fontana e Federica Barailler si ripetono nel 23esimo “Tor Fehta dou lard”

Il valsesiano Nicolò Fontana e Federica Barailler si ripetono nel 23esimo “Tor Fehta dou lard”
Aggiornamento:

Partecipazione da record con 233 iscritti e 216 classificati e nuovi migliori prestazioni cronometriche nelle 2 gare sul percorso di 5.800 metri , accorciato per lavori, nella 23esima edizione nella serata di giovedì scorso, 24 agosto, del “Tor Fehta dou lard” a Arnad, “Gran Premio Giuseppe e Mauro Fogu” e “Memorial Walter Canepa”, gara del circuito podistico canavesano Uisp organizzato con grande successo e più di 100 premi in palio dall'Atletica Monterosa Fogu del patron Renzo Giorgio Bosonetto.

Come lo scorso anno a vincere (prima il traguardo volante intitolato a Dario Chenal) sono stati il novarese della Fulgor Prato Sesia Nicolò Fontana, agile come una gazzella, e la mammina di La Thuile Federica Barailler al terzo successo consecutivo a Arnad e all'11esima vittoria stagionale, 6 in Valle e 5 in Piemonte. La gara era anche la terza ed ultima prova della combinata della Bassa Valle per somma dei tempi  abbinata alle corse di Hone e Issogne, premiata per i Comuni da Alexandre Bertolin e Omar Colliard, vinta da Paolo Boggio di Donnas in 64'20” con 36 secondi sul vicino di casa Mikael Mongiovetto e 47 su Manuel Bosini  di Arnad e da Federica Barailler in 74'25” con ben 11'14” sulla piemontese Luisanna Marrazzo.

Giovedì sera Fontana è stato sempre in testa e e in 20'29" ha preceduto di 9 secondi Paolo Boggio dell'Aldo Berardo Aglié, di 12 Mikael Mongiovetto del Pont Donnaz poi a 25 secondi troviamo quarto Manuel Bosini, seguito dai piemontesi quinto a 46” Cristian Agnolin, sesto a 1’03” Matteo Tarantino e settimo a 1’29” Carlo Torello Viera e dall'ottavo al decimo posto dai compagni del Pont-Saint-Martin Davide Nicco a 1’38”, Joseph Philippot a 1’50” e Stefano Ros Vacca a 2’12”.

La Barailler in gara per l’Uisp Ivrea ha vinto in 23'53” con 1'19” sulla 16enne della Stronese Silvia Signini e 1'21” sulla vincitrice del “Traverse Trail” ad aprile Luisa Rocchia di Favria, poi quarta a 1'24" la russa del Santhià Ina Tomasova, quinta a 3'07” l’aostana Elisa Vitton Mea e decima e prima di categoria 25/34 anni Elena Cristina Masili della Monterosa.

Nelle 33 categorie successi di Genny Bouc, Mikael Mongiovetto, del commissario tecnico azzurro del winter triathlon Marco Bethaz e per la 16esima volta quest'anno dell’ottantenne aostano Egidio Marquis.

Nelle gare giovanili hanno vinto nei primi passi il figlio d'arte Noah Mongiovetto del Pont Donnaz (secondo Ethan Ruffino) e Stella Turino della Monterosa su Carola Vaglio, nei Pulcini Alexis Quey (secondo Samuele Nicco) e Sigrid Blanc della Calvesi, negli Esordienti Ian Ruffino e Alessia Pellicanò del Pont- Saint-Martin, con secondi Denis Vittonatto e Smilla Mariotti Cavagnet, nei Ragazzi Armin Blanc della Calvesi su Luca Beltramelli e Letizia Fazzone della Bairese su Marta Giovanzana, tra i Cadetti Lorenzo Balma della Bairese e Alessia Gaiola del Team 99, con al secondo posto Nicolas Gaiola e Nicole Cravetto.

Tra le società infine hanno primeggiato la Bairese (31 atleti in gara) e, a punti, i giovani del Pont-Saint-Martin.

Joseph Philippot 18esimo in Val Brembana

Protagonista giovedì a Arnad con il nono posto, Joseph Philippot, giovane talento del Pont-Saint-Martin si è piazzato 18esimo nel vertical di 7 chilometri e mezzo del Passo San Marco il mercoledì precedente per la 48esima “Mezzoldo-Cà San Marco - Memorial Raimondo Balicco”, in terra bergamasca. A vincere è stato l’ex campione mondiale Alex Baldaccini dell’Orobie in 42’18”6 su Vincenzo Milesi e Manuel Zani con Philippot a 7’49” e Mauro Buvet 57esimo a 17’15”.

Xavier Chevrier alla “La Thuile-Petosan”

Ci sarà anche il campione del mondo a squadre di corsa in montagna e oro europeo individuale Xavier Chevrier del Valli Bergamasche Leffe al via domani, domenica 27, alle 10 della sesta “La Thuile-Petosan”, gara del campionato valdostano di martse a pià con Federica Barailler a fare gli onori di casa e alla partenza pure il commissario tecnico della nazionale di winter triathlon Marco Bethaz e la moldava Rodica Sorici. In palio il trofeo biennale in ricordo di Francesca e Pierino Jacquemod. Si partirà dalle scuole elementari di La Thuile per poi raggiungere il traguardo volante di Buic, La Crissa, Plan Pra, Fortino a 2.055 metri, La Theraz, salire lungo il Superphenix e poi raggiungere con tratto pianeggiante Petosan per poco più di 7 chilometri.

Il podio della combinata Hone/Issogne/Arnad con da sinistra Alexandre Bertolin sindaco di Arnad, Mikael Mongiovetto, il vincitore Paolo Boggio, Manuel Bosini e Omar Colliard consigliere comunale di Hône
Giovedì il podio femminile, con da sinistra Silvia Signini, Federica Barailler con figli Alessio e Mattia e Luisa Rocchia

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Settembre 2023
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930