Dal giornale

Il sogno di una stanza multisensoriale per gli anziani ospiti del J.B. Festaz è diventato realtà grazie a tante donazioni

Il sogno di una stanza multisensoriale per gli anziani ospiti del J.B. Festaz è diventato realtà grazie a tante donazioni
Dal giornale 13 Marzo 2021 ore 14:50

Si è conclusa con successo la prima iniziativa natalizia di fundraising - ovvero di raccolta fondi - promossa dalla Casa di riposo J.B. Festaz di Aosta. Grazie alla collaborazione con Fondazione Comunitaria della Valle d’Aosta e al generoso contributo di decine di donatori, dai privati alle Associazioni ed aziende, infatti, è stato raggiunto l’obiettivo per realizzare una speciale Stanza Snoezelen multisensoriale. Nata in Olanda negli anni Settanta, quest’ultima si è diffusa rapidamente anche nel nostro Paese e in strutture riservate alla cura ed assistenza per gli anziani, date le particolari caratteristiche del suo approccio. Essa, infatti, è dotata di luci, suoni, colori, profumi e particolari attrezzature che stimolano tutti i sensi e creano un ambiente in grado di agire positivamente sulla persona. La stanza Snoezelen è un percorso terapeutico vero e proprio, innovativo e personalizzato che, sotto la guida di operatori opportunamente formati, offrirà a tutti gli ospiti del J.B.Festaz un’esperienza unica con effetti positivi sull’umore, sui comportamenti e sulle relazioni interpersonali. E oggi, più che mai, si rende necessario un approccio in grado di aiutare gli anziani ad affrontare la solitudine, l’ansia e la depressione che l’isolamento forzato di questi mesi - indispensabile per la loro sicurezza - porta con sé. «Siamo felici di questo risultato - dichiara il presidente del J.B. Festaz Ernesto Demarie - che ha un significato importante per la qualità di vita dei nostri ospiti. Per noi, il loro benessere non si limita al solo aspetto di cura ed assistenza ma si estende al garantire una vita degna di essere vissuta a qualsiasi età. È un ambiente in cui potranno finalmente ritrovare sicurezza e serenità dopo questo difficile periodo». La stanza sarà allestita con particolari attrezzature quali, ad esempio, una colonna d’acqua alta quasi 2 metri e con diversi effetti luminosi e un lungo fascio di luci a led che può essere toccato e manipolato. «Vogliamo esprimere un sentito e sincero ringraziamento a tutti i nostri donatori - evidenzia il presidente Ernesto Demarie - che hanno creduto nella bontà del progetto e si sono stretti solidali per i più fragili della nostra comunità. Un ringraziamento particolare al Rotary Club di Aosta per il suo importante sostegno e la condivisione di un ideale: rendersi utili per migliorare la qualità della vita di coloro che rappresentano la nostra comunità territoriale». Il presidente del Rotary Club di Aosta Fabio Avezzano ha sottolineato che «Gli anziani hanno avuto forti ripercussioni a causa del Covid sia sul piano sanitario che affettivo-relazionale. Il nostro club ha deciso di sostenere questo importante progetto innovativo con l'auspicio che possa contribuire a migliorare la qualità della vita degli ospiti ed essere di supporto al personale addetto, grazie ai percorsi terapeutici che verranno intrapresi». I lavori per allestire la stanza stanno iniziando e presto gli ospiti potranno cominciare a immergersi nella magica atmosfera sensoriale. Nel frattempo, la campagna vaccinale è stata ultimata per l’85 per cento degli ospiti e parte del personale sanitario e sono ripresi gli incontri con i familiari, pur con le limitazioni e le misure di sicurezza imposte dall’emergenza sanitaria per il Coronavirus.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Giugno: 2022
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930