Dal giornale

Il prossimo anno scolastico si rientrerà in classe lunedì 19 settembre

Dal giornale 04 Giugno 2022 ore 21:21

Gli studenti valdostani torneranno in classe il prossimo lunedì 19 settembre. Lo ha deciso la Giunta regionale che ha approvato il calendario dell'anno scolastico 2022-2023 per le scuole dell'infanzia, primaria, secondaria di primo grado e secondaria superiore della regione. Le lezioni termineranno il 15 giugno 2023.

Oltre alle festività civili e religiose previste dall'attuale normativa, saranno giorni di vacanza obbligatori il 31 ottobre 2022 per il ponte dell'1 novembre, dal 24 al 31 dicembre 2022 e dal 2 al 7 gennaio 2023 (vacanze natalizie), il 30 e il 31 gennaio 2023 (Fiera di Sant'Orso), dal 20 al 22 febbraio 2023 (vacanze d'inverno), dal 6 al 10 aprile 2023 (vacanze pasquali) e il 24 aprile 2023 per il ponte del 25 aprile. Possono iniziare prima del 19 settembre e terminare dopo il 15 giugno le attività delle scuole superiori dove si svolgono i percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento (Pcto, ex alternanza scuola/lavoro). «In questo caso - fa sapere la Regione in una nota - il termine dell'attività didattica ed educativa sarà il 30 giugno 2023». Nella scuola dell'infanzia invece, nel periodo successivo al 15 giugno e sino al 30 giugno, termine delle attività educative, «può essere previsto che, nell'ambito delle complessive attività individuate nel piano dell'offerta formativa - conclude la nota - funzionino le sezioni ritenute necessarie in relazione al numero dei bambini frequentanti sulla base delle esigenze rappresentate dalle famiglie».

Mercoledì prossimo, 8 giugno, le lezioni si concluderanno per un totale di 5.283 alunni della scuola primaria (le elementari per intenderci), 3.607 studenti della scuola secondaria di primo grado (le medie) e 5.658 studenti delle superiori). I ragazzi che affronterannol'esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione (esame di terza media) sono 1.220. La vera novità dell'esame di terza media è il ritorno alle prove scritte, seppur in forma ancora ridotta nel numero (italiano, matematica e francese). Non è prevista la prova scritta di inglese. L'esame si concluderà, come di consueto, con il colloquio e si svolgerà, in presenza, secondo un calendario stabilito da ogni istituzione scolastica. Le operazioni si concluderanno entro il 30 giugno. Gli studenti che affronteranno l'esame di maturità sono 843. Gli esami, con la reintroduzione graduale delle prove scritte (prima prova di italiano predisposta a livello nazionale, seconda prova predisposta dai singoli istituti e terza prova di francese predisposta a livello regionale) inizieranno mercoledì 22 giugno e si concluderanno con il colloquio entro la prima decade di luglio.

Sciopero, adesione doppia

Un'adesione quasi doppia rispetto alla media nazionale, ma lontana dai numeri consueti. Allo sciopero degli insegnanti di lunedì scorso, 30 maggio, in Valle d'Aosta ha aderito in totale il 28,31 per cento degli insegnanti e degli educatori di ogni ordine e grado. A livello nazionale, l'adesione si è fermata al 15,59 per cento. Nel dettaglio, in Valle le adesioni sono state molto elevate al convitto regionale Federico Chabod, dove ha toccato il 58,33 per cento, e alle scuole materne, con il 46,58 per cento; alle scuole elementari (34,09 per cento) e alle medie (33,09 per cento) ha aderito circa un terzo degli insegnanti. Inferiore l'adesione tra gli insegnanti degli istituti superiori, che si è fermata all'11,47 per cento.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Giugno 2022
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930