«Il nuovo sistema è una scelta positiva ma per l’utilizzo dell’ecotessera e dell’app gli anziani potrebbero essere in difficoltà»

«Il nuovo sistema è una scelta positiva ma per l’utilizzo dell’ecotessera e dell’app gli anziani potrebbero essere in difficoltà»
Pubblicato:
Aggiornato:

Le regole per la raccolta dei rifiuti ad Aosta sono cambiate: negli edifici con 11 o più utenze ora è necessario avere l’ecotessera o l’apposita app per aprire i contenitori destinati all’indifferenziata.

Per le unità abitative fino a 10 utenze domestiche e per le attività economiche i nuovi contenitori sono dotati di un transponder (ricetrasmettitore passivo) associato univocamente. Ogni volta che il contenitore viene esposto per essere svuotato, viene registrato dal gestore della raccolta come pieno. Sono novità che consentiranno di calcolare la tariffa esatta che ogni utente dovrà pagare.

Laura Bernardi: «Mi sembra una soluzione efficace che di sicuro permetterà di calibrare meglio gli importi da pagare in base ai rifiuti smaltiti. Credo però che senza aiuto le persone anziane avranno difficoltà ad utilizzare l’ecotessera o l’apposita app».

Enzo Bonin: «L’iniziativa di sicuro è interessante anche se mi chiedo come farò perché ho una certa età e non sono sicuro di riuscire a compiere le operazioni richieste di apertura del cassonetto per l’indifferenziata. E così molte persone come me».

Alessandro Pelà: «Abito in un condominio in centro ad Aosta dove all’interno del cortile abbiamo i raccoglitori per i rifiuti, ma altri sono stati messi all’esterno. Occorrerà considerare situazioni di questo tipo per evitare errori, sicuramente involontari e non calcolati, ma che comunque potrebbero dare problemi».

Piero Rappazzi: «La gente è disattenta e spesso non presta la dovuta attenzione ai raccoglitori. Per esempio dove abito io hanno cambiato il posto del cassonetto della carta con quello del vetro. Ma alcuni non se ne sono resi conto e sbagliano a gettare i rifiuti. L’idea di utilizzare ecotessera e app è all’avanguardia. Speriamo che con questo sistema si riesca a identificare e sanzionare chi non fa la raccolta differenziata in maniera corretta. Inoltre darà la possibilità di calcolare in automatico l’importo dovuto dai cittadini».

Silvana Demarchi: «Si tratta di un’idea molto positiva anche se inizialmente come tutte le novità potrebbe presentare difficoltà o apparenti incongruenze che con il tempo potranno essere risolte facilmente. Oltre alla praticità dei conteggi, fornirà un’ulteriore garanzia di rispetto dell’ambiente e pulizia, soprattutto lungo le vie del centro storico di Aosta».

Nella Piola: «Sono favorevole al nuovo sistema di raccolta dei rifiuti. Tutto cambia ed evolve per il bene della collettività e per la società. Purtroppo ci sono anche i menefreghisti che in ogni momento rischiano di pagare la loro disattenzione con multe molto severe».

Alessandro Pelà
Piero Rappazzi
Silvana Demarchi
Nella Piola
Laura Bernardi

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031