«Il Ministero dell'Interno monitorerà gli sviluppi per ogni eventuale iniziativa»

Pubblicato:
Aggiornato:

L' episodio dell'intervento cantato «con parole di profondo disprezzo verso l'Italia» del cantautore valdostano Philippe Milleret nel corso della recente commemorazione dell'80esimo anniversario della morte di Emile Chanoux a Valsavarenche «sollecita un richiamo ai valori costituzionali di unità nazionale e al rafforzamento del principio di leale collaborazione che deve ispirare i rapporti tra Stato e Regioni. Il Ministero dell'Interno non mancherà di monitorare gli sviluppi della situazione per ogni eventuale iniziativa». Lo ha detto il sottosegretario agli Interni Nicola Molteni rispondendo - giovedì scorso, 23 maggio - al question time presentato dal capogruppo di Fratelli d'Italia in Commissione affari costituzionali della Camera, Alessandro Urzì. «Il presidente della Regione - ha aggiunto Urzì - doveva prendere le distanze, dopo invece si è complimentato con Milleret accusando invece Fratelli d'Italia (e Forza Italia) di estremismo. Quindi un secessionista offende l'Italia, Fratelli d'Italia ne difende l'onore, e l'estremismo starebbe in chi difende la Costituzione, come noi? L'atteggiamento del Presidente della Regione Valle d'Aosta va profondamente stigmatizzato come inadeguato al suo ruolo e per la mancanza di rispetto verso due componenti politiche che governano oggi il Paese». «E' inaccettabile - ha aggiunto il coordinatore regionale di Fratelli d'Italia, Alberto Zucchi - che un Presidente di regione definisca estremista Fratelli d'Italia perché difende il valore ed il principio dell'unità nazionale».

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031