Dal giornale

Il Consiglio regionale salva Weissmatten Via libera alla revisione della seggiovia

Il Consiglio regionale salva Weissmatten Via libera alla revisione della seggiovia
Dal giornale 16 Gennaio 2021 ore 21:09

Weissmatten di Gressoney-Saint-Jean e i piccoli comprensori sciistici valdostani hanno vinto la loro battaglia giovedì scorso, 14 gennaio, quando il Consiglio Valle ha approvato all'unanimità una risoluzione per il loro mantenimento e per l’incremento dell’offerta turistica. L'iniziativa, a firma di tutti i gruppi consiliari, è frutto del dibattito avvenuto a partire dalla petizione popolare sottoscritta da 5.554 cittadini e presentata al Consiglio il 30 giugno 2020, che chiedeva la sopravvivenza dell'impianto di Weissmatten, realizzato nel 1949 dalla società per azioni Gressoney per l'incremento turistico, poi incorporata nel 2013 nella Monterosa Spa. La risoluzione, che riprende i contenuti della relazione predisposta dalla quarta commissione al termine dei lavori di esame della petizione, impegna il Governo regionale «a dare corso al finanziamento della revisione generale 25ennale della seggiovia Weissmatten, quale attività propedeutica a qualsiasi azione futura di implementazione o diversificazione di attività della stazione, al fine di migliorarne il risultato economico e la fruibilità pluristagionale. Sollecita a costituire, entro la fine di febbraio, un tavolo di lavoro unitamente a Finaosta, al Comune di Gressoney-Saint-Jean e a Monterosa Spa, così come richiesto dall’Amministrazione comunale, che porti alla stipula di un accordo di programma per lo sviluppo del comprensorio del Weissmatten non legato esclusivamente alla pratica dello sci, definendo gli impegni reciproci e i necessari investimenti; a predisporre in tempi brevi un disegno di legge regionale che, anche attraverso il sostegno finanziario pubblico, possa garantire una riorganizzazione complessiva dei piccoli comprensori presenti nella regione». Infine impegna ad attivare il percorso di valutazione in merito alla necessaria evoluzione dell’attuale modello di gestione delle stazioni sciistiche.

«Il lavoro della commissione non ha decretato un vincitore tra la comunità di Gressoney e la Monterosa Spa poiché non c'è mai stato da una parte chi lavorava per tenere aperta Weissmatten e chi si adoperava per chiuderla, ma ci sono state 2 posizioni sul futuro del comprensorio. - commenta il presidente della quarta commissione Giulio Grosjacques - La comunità di Gressoney-Saint-Jean tutta intera ha legittimamente portato all'attenzione del Consiglio Valle le conseguenze negative di carattere economico e sociale che sarebbero derivate dalla possibile chiusura del comprensorio, mentre Monterosa ha svolto, in maniera rigorosa e attenta, il proprio mestiere di società per azioni a controllo pubblico rappresentando all'azionista le problematiche di natura gestionale e finanziaria legate a Weissmatten, ma nello stesso tempo presentando, in più occasioni e in ultima istanza nel settembre 2020, la richiesta di finanziamento per la revisione straordinaria 25ennale della seggiovia ai sensi della legge regionale numero 8/2004, ma offrendo un'ipotesi alternativa rispetto a tale revisione, costituita dalla richiesta di finanziamento per la costruzione di uno snow-park innovativo che potesse comunque valorizzare il comprensorio».

«La politica non può non riservare grande attenzione a questo settore. - aggiunge l'assessore regionale allo Sviluppo economico Luigi Berstchy - Il futuro dei piccoli comprensori è quello dei grandi comprensori. Dobbiamo utilizzare al meglio il nostro territorio per rendere sempre più complementare lo sci all'offerta turistica complessiva».

«Come Amministrazione comunale siamo molto soddisfatti dell’esito del Consiglio regionale, che ha deliberato che si procederà alla revisione dell’impianto. - dichiara dal canto suo Mattia Alliod, sindaco di Gressoney-Saint- Jean - Auspichiamo che dal tavolo di confronto tra Regione, Monterosa Spa e Comune si arrivi a un accordo di programma proficuo per una gestione ottimale dell’impianto che, come abbiamo sempre dichiarato, ha svariate potenzialità da sfruttare, dall’aspetto agonistico - dalle squadre nazionali che richiedono per allenarsi la pista Leonardo David omologata per la Coppa del Mondo agli sci club - per passare ai diversi target interessati all’offerta turistica territoriale, sia invernale che estiva».

Intanto Mauro Bieler, portavoce del Comitato Weissmatten Vive, ha inviato una lettera al presidente della Monterosa Spa Roberto Vicquéry accusando la società di voler «Smantellare la seggiovia per cambiare la destinazione dell’area Weissmatten. [...] Ultima, ma soltanto in successione temporale, dimostrazione della volontà della Monterosa di soffocare la seggiovia del Weissmatten è il non aver prodotto in tutto il mese di dicembre un solo metro cubo di neve artificiale sulle nostre piste omologate, nonostante le numerose richieste da parte di varie squadre nazionali di Coppa del Mondo e le possibili gare Fis calendarizzate già da settembre e rese possibili dai Dpcm».

Il presidente Vicquéry, dal canto suo, preferisce non replicare, dichiarandosi non interessato a fomentare polemiche ma bensì solamente interessato al futuro di Weissmatten.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Settembre 2022
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930