Dal giornale

I rappresentanti delle associazioni di categoria a confronto con il ministro del Turismo Garavaglia

I rappresentanti delle associazioni di categoria a confronto con il ministro del Turismo Garavaglia
Dal giornale 03 Settembre 2022 ore 21:12

Caro energia, inflazione e reddito di cittadinanza. Sono questi i temi che i rappresentanti delle associazioni di categoria valdostane hanno affrontato con il ministro del turismo Massimo Garavaglia, nell’incontro tenutosi la mattina di ieri, venerdì 2 settembre, alla Maison Rosset di Nus e organizzato dalla lista Centrodestra unito per la Valle d’Aosta che candida alla Camera Emily Rini di Forza Italia e al Senato Nicoletta Spelgatti della Lega. All’incontro sono intervenuti anche il presidente degli albergatori valdostani Filippo Gérard e il suo vice - nonché sindaco di Nus - Camillo Rosset. «Oggi la nostra più grande preoccupazione è rappresentata dai costi dell’energia, un problema trasversale a tutte le categorie produttive. - ha spiegato il presidente dell’Adava Filippo Gérard - Stiamo ricevendo le prime bollette con aumenti dal 300 fino al 500 per cento. Per quanto riguarda le strutture ricettive, allarma l’aumento del gasolio dato che molte di esse, anche per la particolarità del nostro territorio, sono riscaldate utilizzando questo combustibile. Parallelamente assistiamo a una diminuzione, a causa dell’inflazione, del potere d’acquisto delle famiglie italiane ed europee a fronte di redditi invariati che rischia di riflettersi pesantemente anche sul nostro settore». Il vicepresidente Adava Camillo Rosset ha quindi proposto di «Riscoprire il valore dei nostri boschi perché si potrebbe avere un’indipendenza energetica tornando a usare la legna al posto del gasolio per il riscaldamento. Questa scelta non solo produrrebbe un’economia circolare sul territorio, ma offrirebbe un valore aggiunto grazie al mantenimento dei boschi in condizioni ottimali, creando occupazione locale a chilometri zero, meno inquinamento per i trasporti e e un controllo del prezzo a livello locale con meno inquinamento per il trasporto». Filippo Gérard ha poi posto la questione del lavoro: «Un altro tema che ci ha penalizzato è il reddito di cittadinanza: nel nostro settore abbiamo sofferto la carenza di personale. Non dico che non sia importante la solidarietà ma il denaro non deve essere distribuito a pioggia ma solo a chi non può lavorare». Dello stesso avviso anche il presidente di Confcommercio Graziano Dominidiato, che ha commentato: «I problemi degli albergatori e dei commercianti valdostani sono a grandi linee gli stessi. Anche i nostri bar e i nostri ristoranti si trovano oggi in una situazione drammatica per via del problema dell’aumento del costo dell’energia e per la difficoltà di reperire personale».

Il presidente delle guide valdostane Ezio Marlier ha invece evidenziato la necessità di «Un miglioramento della comunicazione sulla montagna. La nostra categoria ha subito un notevole calo del lavoro anche per le ripercussioni mediatiche in seguito alla tragedia della Marmolada». Il ministro al Turismo Massimo Garavaglia ha precisato che «Lavoro ed energia sono 2 temi fondamentali. Sono consapevole che il reddito di cittadinanza ha inceppato il mercato del lavoro, ma per questioni politiche non abbiamo mai potuto ridimensionarlo. Ora con un prossimo Governo di centrodestra cercheremo di aggiustare la cosa prendendo dei provvedimenti riguardo a questa misura, che io considero molto dannosa non sono per le aziende ma anche per chi lo percepisce. Riguardo al costo dell’energia la prossima settimana faremo 2 decreti per avere gas a prezzi accettabili. Parallelamente ci sarà anche un intervento da Bruxelles, con un’apertura della Germania sul tema del tetto al prezzo del gas a livello europeo. Così facendo puntiamo ad abbassare la speculazione e a far tornare i prezzi a livelli accettabili». La conferenza si è poi conclusa con il saluto delle due candidate Emily Rini alla Camera e Nicoletta Spelgatti al Senato: «I partiti autonomisti hanno dichiarato per la prima volta nella loro storia che non appoggeranno un governo di centrodestra, condannando la Valle d’Aosta a 5 anni di nulla totale. Votare per noi è quindi un treno da non perdere e speriamo che anche in Regione cambi qualcosa, in modo da avere stabilità politica anche qui». Il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti sarà in Valle d'Aosta il prossimo lunedì 19 settembre nell'ambito della campagna elettorale del centrodestra. Durante la giornata incontrerà, tra l'altro, le parti datoriali, come le organizzazioni degli imprenditori e alcuni ordini professionali.

I prossimi incontri I prossimi appuntamento della lista Centrodestra unito per la Valle d’Aosta sono oggi, sabato 3 settembre, a Cogne, in piazza Chanoux, con un gazebo allestito dalle 9 alle 12. Sempre oggi, alle 12. ad Aosta, al Bar Ad Forum, incontro con la popolazione insieme all’onorevole Licia Ronzulli e, alle 18, ancora ad Aosta, alla Cave Valdôtaine, le candidate Emily Rini e Nicoletta Spelgatti incontrano i giovani. Lunedì prossimo, 5 settembre a Châtillon, in piazza del mercato, sarà presente un gazebo dalle 9 alle 12, e alle 18, a Pont- Saint-Martin, al Bar Lisa, si terrà un incontro con la popolazione.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Settembre 2022
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930