Dal giornale

I 50 anni della Polisportiva Saint-Christophe Mezzo secolo di storia nel segno dell’amicizia

I 50 anni della Polisportiva Saint-Christophe Mezzo secolo di storia nel segno dell’amicizia
Dal giornale 30 Gennaio 2021 ore 17:17

Ha compiuto 50 anni ieri, venerdì 29 gennaio la Polisportiva Saint-Christophe, che fu costituita il 29 gennaio del 1971 con lo scopo di promuovere gli sport e le attività di svago, migliorare le condizioni fisiche e morali dei giovani e non solo. I colori sociali scelti erano il bianco e il granata. L'istituzione della Polisportiva aveva permesso di riunire diverse discipline e di iscrivere alla Federazione Italiana Gioco Calcio una squadra amatoriale di Terza categoria. Uno degli artefici della nascita dell’ente era stato l’allora sindaco Augusto Bionaz, storico ristoratore dalla figura imponente, a cui era affidato l’incarico di presidente del primo direttivo che era completato dal segretario Luigi Barmaverain e dai consiglieri Amedeo Abram, Rino Vial, Ferruccio Bétemps, Umberto Roullet, Pietro Croci, Sergio Navillod e Bruno Desandré.

Ad Augusto Bionaz era spettato il compito di allestire e seguire la squadra di calcio della Polisportiva anche se a Saint-Christophe non esisteva alcun campo di calcio. Dopo anni di attesa, nel 1979 veniva finalmente inaugurato in località Le Prévôt il nuovo campo sportivo, in quel tempo il più moderno di tutta la regione, con annessa la pista e le pedane di atletica, le tribune e gli spogliatoi. L’utilizzo del nuovo impianto sportivo aveva permesso di svolgere anche l’attività del settore giovanile.

«Ricordo che la nostra prima sede era alloggiata alla palestra Ezio Sogno di proprietà della parrocchia. - racconta Sergio Navillod, una delle figure storiche della Polisportiva, in carica come presidente dalla fine del 1971 sino al 2008, anno in cui ha passato il testimone a Roberto Armenghi - Oltre al calcio, agli inizi facevano parte della Polisportiva gli sport tradizionali, le bocce e le martze a pià. Non era stato facile convincere gli anziani degli sport tradizionali ad essere gestiti anche se di fatto ne curavamo solo la parte amministrativa e questo per una migliore distribuzione dei pochi contributi che allora avevamo. Con Luciano Martini e Ferruccio Rosset, insieme ad altri volontari, avevamo formato un bel gruppo capace di organizzare al meglio le feste patronali ed altri eventi importanti sul territorio».

La Polisportiva era sempre in continua evoluzione: nel 1991 era stata creata una squadra di minibasket e con la dirigenza di Marco Polpavetto, Roberto Miozzi e Marina Nogara l’attività oltre al campionato locale si era estesa ai tornei nazionali e internazionali. Da ricordare la sezione dello tzarettoun, formata nel 1998 con il presidente Luca Boch e Stefano Communod indiscussi dominatori essendosi aggiudicati il titolo valdostano per i 2 primi anni. Il tennis era invece nato nel 2000 quando il maestro Maurizio Selmo, in concomitanza con la realizzazione dei nuovi campi da tennis adiacenti al campo sportivo comunale, aveva formato la sezione. La Polisportiva aveva avuto anche per un certo periodo di tempo lo sci club, attività questa poi cessata a causa della mancanza di tesserati. Stessa sorte è toccata alla sezione delle bocce chiusa dopo anni di attività per la mancanza di campi di gioco a norma per i campionati. A suo tempo poi Marisa Belletti e Luigina Bologna avevano seguito un gruppo di giovani per avviarli all’esercizio dell’atletica leggera, considerato che il campo sportivo era attrezzato di pista e pedane con materiale sintetico allora all’avanguardia rispetto a quelle in terra battuta, e dopo un periodo di sospensione nel 2009, con il rinnovo della struttura sportiva, la sezione Atletica aveva ripreso la sua attività nel settore giovanile. La presidenza di Roberto Armenghi era durata dal 2008 e sino al 2017, quando l'incarico passò ad Elsa Bredy. «Al momento come Polisportiva abbiamo solo la sezione dell'atletica, presieduta da Paola Congiu, e dei veterani del calcio, presidente Davide Casola. - sottolinea Elsa Bredy - Contiamo una cinquantina di tesserati. La nostra intenzione sarebbe quella di riuscire a formare una prima squadra di calcio per rivitalizzare l'attività sul campo, progetto al quale stiamo lavorando dallo scorso anno. I festeggiamenti per il 50esimo anniversario della Polisportiva sono rimandati al 25 luglio, giorno del patrono di Saint-Christophe, ovviamente Covid permettendo». L'attuale direttivo, oltre che dalla presidente Elsa Bredy, è formato dal vicepresidente Ettore Bal, dalla segretaria Erika Zito e da Marco Alfieri, Jean Ursida, Roberto Armand, Ornella Varamo, Paolo Favre, Antonio D’Arienzo e Alfonso Sessio.

Abbonamento Digitale La Valléè
Archivio notizie
Agosto 2022
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031